• Sab. Apr 17th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

IO E IL GOLF – Capitolo 32

DiPietro Sciandra

Feb 15, 2018

Capitolo 32

Il giorno 12 marzo 2000, al Parco De’ Medici, io giocai il torneo staebleford Hertz (in foto) Golf Cup 2000.

Buca 1 par 4 di 390 metri, doppio bogey per me. Buca 2 par 3 di 191 metri, triplo bogey per me. Buca 3 par 5 di 485 metri, triplo bogey per me. Buca 4 par 3 di 150 metri, bogey per me. Buca 5 par 4 di 273 metri, bogey per me. Buca 6 par 4 di 313 metri, X per me. Buca 7 par 3 di 172 metri, triplo bogey per me. Buca 8 par 5 di 486 metri, X per me. Buca 9 par 4 di 368 metri, triplo bogey per me. Buca 10 par 4 di 383 metri, bogey per me. Buca 11 par 4 di 377 metri, doppio bogey per me. Buca 12 par 3 di 170 metri, doppio bogey per me. Buca 13 par 4 di 334 metri, triplo bogey per me. Buca 14 par 5 di 485 metri, X per me. Buca 15 par 3 di 146 metri, X per me. Buca 16 par 4 di 322 metri, X per me. Buca 17 par 4 di 358 metri, bogey per me. Buca 18 par 5 di 505 metri, triplo bogey per me.

Con i miei 20 punti, io finii questo torneo al 30° posto su 34 giocatori. Concludendo con il doppio dei punti rispetto allo scorso torneo, la mia posizione finale è nettamente peggiore, invece allo scorso torneo con meno punti, ovvero 10 invece di 20, io conclusi al 20° posto su 30 giocatori, a parte questo, 20 punti staebleford di terza categoria sono molti, ma quando gli avversari sono più bravi del solito, anche un buon punteggio finisce verso la fine della classifica, quando invece 20 punti possono piazzare nella prima metà della classifica od addirittura molto meglio.

(Visited 10 times, 1 visits today)