IO E IL GOLF – Capitolo 45

Capitolo 45

Il giorno 4 febbraio 2001, io comincio la stagione dei tornei di golf del 2001. Al Parco De’ Medici Golf Club a Roma, in questo giorno c’è la Coppa Super3. Super3 (in foto) è un canale televisivo italiano. Questo torneo si gioca con una formula insolita, ovvero “alla bandiera”. La formula “alla bandiera” viene giocata come la gara a colpi, ma ogni giocatore deve colpire la palla con i colpi del par del campo di riferimento della gara e poi continuare a colpire la palla fino ad esaurire i colpi del proprio handicap e poi picchettare una bandiera che viene data dal comitato di gara che essa serve per segnalare il punto in cui si è arrivati con l’ultimo colpo. Vince chi chiude più buche e chi arriva più lontano con l’ultimo colpo segnalato con la bandiera; questa è una vera e propria gara di golf di sopravvivenza.

Bandiera nella sacca, si parte.

Buca 1 par 4 di 390 metri, triplo bogey per me. Buca 2 par 3 di 191 metri, other 7 per me. Buca 3 par 5 di 485 metri, doppio bogey per me. Buca 4 par 3 di 150 metri, par per me. Buca 5 par 4 di 273 metri, other 11 per me. Buca 6 par 4 di 313 metri, triplo bogey per me. Buca 7 par 3 di 172 metri, doppio bogey per me. Buca 8 par 5 di 486 metri, triplo bogey per me. Buca 9 par 4 di 368 metri, triplo bogey per me. Buca 10 par 4 di 383 metri, doppio bogey per me. Buca 11 par 4 di 377 metri, other 8 per me. Buca 12 par 3 di 170 metri, bogey per me. Buca 13 par 4 di 334 metri, triplo bogey per me. Buca 14 par 5 di 485 metri, other 11 per me. Buca 15 par 3 di 146 metri, doppio bogey per me. Avendo superato i 28 colpi del mio handicap; dopo la buca 15 io ho dovuto picchettare la mia bandiera perché io avevo finito i colpi. Quindi dopo 15 buche il mio punteggio è +45 103. Purtroppo il mio risultato finale non fu pubblicato.

(Visited 14 times, 1 visits today)