Isis, giustiziati i disertori: 120 esecuzioni in tre mesi

1425899765-isis2-0

 

Sorpresi durante la fuga, diversi jihadisti sono stati giustiziati con esecuzioni pubbliche. Il fronte interno è sempre più instabile e rischia la rottura Sostieni il reportage

L’Isis rischia di sfaldarsi. I casi di diserzione sono aumentati in modo consistente negli ultimi mesi.

Altri cinque disertori sono stati catturati e dovrebbero essere giustiziati, come i 120 jihadisti che secondo l’Ondus hanno cercato di fuggire negli ultimi tre mesi dello scorso anno. Nello scontro a fuoco sono stati uccisi anche 4 dei miliziani che hanno sbarrato la strada ai disertori. Lo scorso mese sono stati rinvenuti i resti di 30-40 uomini, molti dei quali apparentemente asiatici, nella città di Tabqa; secondo il gruppo attivista Raqqa is Being Slaughtered Silently, è possibile che i resti fossero di alcuni combattenti jihadisti che sono stati sorpresi durante la fuga, e dunque uccisi. empre più numerosi sono i casi in cui, stando all’Osservatorio siriano per i diritti umani con sede in Gran Bretagna, membri dell’Isis si uccidono tra di loro, o più precisamente uccidono chi non è più convinto di voler continuare a far parte di questa battaglia.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/isis-giustiziati-i-disertori-120-esecuzioni-tre-mesi-1103263.html

(Visited 17 times, 1 visits today)