Isis, i bambini yazidi “rieducati” imparando a sgozzare bambole

imgres

Il racconto è di un 14enne fuggito da un campo di addestramento dove bimbi e ragazzi dovevano decapitare bambole pensando fossero “infedeli”

La rieducazione per i bambini e i ragazzi yazidi catturati dall’Isis non passa dai libri ma dalle bambole da sgozzare. A raccontarlo è un 14enne fuggito da uno di questi “campi di addestramento per jihadisti“. “All’inizio non riuscivo a tagliare la testa alla bambola – ha detto all’Associated Presse -. Ho provato una, due, tre volte. Alla fine mi hanno insegnato come impugnare la spada e come colpire. Mi dicevano che quella era la testa degli infedeli”.

Se fosse nato femmina a Yahya (un nome di fantasia utilizzato per tutelarlo) il destino avrebbe riservato un futuro di schiava del sesso come a tutte le bambine della sua comunità catturate dai jihadisti. A lui e ai suoi compagni invece è toccata la rieducazione. I militanti dell’Isis forzano questi bambini a convertirsi all’Islam per poi fare di loro una nuova generazione di estremisti combattenti.

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/isis-i-bambini-yazidi-rieducati-imparando-a-sgozzare-bambole_2123521-201502a.shtml

(Visited 17 times, 1 visits today)