Isis, rapiti in Iraq 1.200 bambini. Mine tra le rovine di Palmira in Siria

20150527_c1_palmira

L’Isis ha piazzato mine e ordigni esplosivi nelle rovine romane di Palmira, in Siria. Lo riferisce l’Osservatorio per i diritti umani (Ondus), che parla anche di raid aerei del regime nei pressi della città. E a Mosul, capitale del ‘califfato’ in Iraq, i jihadisti hanno rapito 1.227 bambini.

«Non sappiamo perché abbiano minato le rovine, se per distruggerle o per impedire l’avanzata dei governativi», afferma l’Osservatorio per i diritti umani (Ondus). L’Ong riferisce poi di bombardamenti dei caccia di Damasco sulla città, che hanno causato vittime, e violenti combattimenti a al-Baiarat al-Gharbia. Secondo l’Ondus, le forze siriane «stanno avanzando».

I jihadisti «hanno rapito 1.227 bambini e li hanno portati al campo di al-Salamiya per essere addestrati», denuncia il portavoce del Kurdistan Democratic Party della città, Said Mimousini. Secondo alcune testimonianze mai confermate, nel campo l’Isis avrebbe creato un vero e proprio dipartimento per addestrare i minori di 18 anni, sia al combattimento che agli attacchi suicidi.

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/isis_bambini_rapiti_iraq_palmira_mine/notizie/1423178.shtml

(Visited 17 times, 1 visits today)