Isis, schiave del sesso operate con la forza per tornare vergini ed essere rivendute e stuprate

20150510_yazidi

E’ l’ultimo orrore, in ordine di tempo, che giunge dal campo dell’Isis. E’ il racconto di una ragazza ridotta allo stato di schiava-sessuale dai jihadisti e costretta a subire 20 interventi chirurgici di rudimentale ricostruzione dell’imene per ognuno degli altrettanti miliziani che l’hanno formalmente “sposata” per poi abusare di lei. Costretta cioè con operazioni chirurgiche a tornare vergine per poter essere di nuovo venduta e stuprata dai miliziani.

La denuncia sugli orrendi abusi e i maltrattamenti alle donne arriva dall’Onu. A farsene portavoce è Zainab Bangura, inviato speciale per la violenza sessuale, che riferisce di un vero e proprio “bazaar delle schiave”, con donne nude, inserite in varie categorie per “facilitare” la scelta. «Le ragazze e le donne vengono denudate e divise in varie categorie prima di essere spedite in altre regioni. Sono a rischio e sotto assalto in ogni momento della loro vita» afferma Bangura, sottolineando che l’Isis ha «istituzionalizzato la violenza sessuale come aspetto centrale della sua ideologia e delle sue attività, usandola come tattica di terrorismo per centrare i sui obiettivi».

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/isis_schiave_sesso_vergini/notizie/1345626.shtml

(Visited 8 times, 1 visits today)