La Florida trema per l’arrivo dell’uragano Dorian

Partito come tempesta tropicale, Dorian sta diventando il più potente uragano che si abbatterà sulla Florida dopo Andrew

Alcuni importanti meteorologi americani hanno affermato non c’è nulla che impedisca all’uragano Dorian di diventare una tempesta di categoria 5 quando colpirà la Costa Orientale. E secondo gli esperti, esiste la possibilità che l’uragano diventi il più imponente mai classificato, avendo anche sviluppato un occhio centrale.

Su Twitter il meteorologo Ryan Make ha scritto che Dorian ha sviluppato un “occhio”, che è la zona calma al centro di un ciclone tropicale. Si rende visibile quando le correnti in risalita vengono spinte all’interno della tempesta anziché fuori. Arrivate al centro e quindi raffreddatesi, l’aria comincia a ridiscendere nel centro del ciclone, riscaldandosi e facendo evaporare le nubi.

“Mi aspettavo che diventasse un grande uragano già da oggi, e nulla impedisce a questa tempesta, di raggiungere la categoria 5” ha concluso Ryan Make. Christopher Nunley, un’altro meteorologo della stazione televisiva KRQE, ha aggiunto, confermando il twitter di Make: “L’uragano Dorian sta sviluppando un occhio centrale, ed è uno dei peggiori mai visti, non sarei sorpreso se si intensificasse e raggiungesse una categoria 5 durante il fine settimana. Gli abitanti della Florida devono usare molte precauzioni perché è davvero pericoloso”.

Dorian si sta rafforzando mentre attraversa le calde acque a largo della costa della Florida, e i venti sono aumentati a quasi 177 chilometri orari. Venerdì mattina era a circa 260 miglia a est-nord-est dalle Bahamas meridionale. Nel pomeriggio si è rafforzato raggiungendo in poco tempo categoria 3. Quando arriverà nelle coste degli Stati Uniti colpirà fino a 10 milioni di abitanti.

Sette milioni e mezzo di residenti della Florida sono già stati avvertiti. Un sofisticato apparecchio di ingegneria industriale, operativo dell’Università del Michigan, ha già previsto che il 35% della popolazione rimarrà senza elettricità.

È molto probabile che quando Dorian colpirà la Florida, sia un uragano di Categoria 4, anche se molti sono quasi certi che arriverà a 5. Se questa ipotesi fosse reale, gli abitanti della Florida si troverebbero in mezzo a raffiche di vento superiori a 251 kmh. Questo renderebbe questa mostruosa tempesta paragonabile all’uragano Andrew, che è stato il più distruttivo che abbia mai colpito la Florida, con raffiche di vento fino a 265 kmh, uccidendo 65 persone e causando danni per oltre 27 miliardi di dollari.

“L’uragano avrà un impatto sull’intera Florida e i residenti devono essere preparati -ha detto alla CNN l’amministratore delegato dell’Agenzia federale per la gestione delle emergenze – raccomando quindi di organizzarsi per tempo per evitare gravi rischi anche per la vita”. Ma cosa è successo nelle ultime 24 ore e come si sta modificando Dorian?

Miami Beach sta attualmente attraversando gravi inondazioni dopo che l’alta marea più importante della stagione ha colpito venerdì tutta l’area, questo ha aumentato i timori che verranno scaricati oltre 38 cm di pioggia. Ma la cosa più preoccupante è che si tratta di una tempesta che si muove molto lentamente: “Più a lungo rimarrà nella zona più acqua si accumulerà – ha dichiarato il sindaco di Miami Dade Carlos Gimenez – e questo avviene in un momento in cui avendo delle alte maree, e questo non fa che peggiorare le cose”.

Giovedì sera, il presidente Donald Trump ha esortato i residenti della Florida a prepararsi per Dorian e ha dichiarato che la sua amministrazione sta lavorando molto duramente in vista dell’arrivo dell’uragano inviando cibo ed acqua nelle aree che verranno colpite. “Questo uragano potrebbe essere un vero mostro – ha avvertito in un video postato su Twitter – Noi siamo pronti, abbiamo per migliori persone al mondo pronte ad aiutare la popolazione”.

Il sito “Orlando Sentinel” ha riferito che la tempesta arriverà lunedì a nord di Palm Beach, prima di spostarsi verso l’interno e colpire la Florida centrale con pioggia e vento, secondo quando riportato dal sito, e quando Dorian arriverà a Kissimmee mercoledì mattina, avrà perso la sua forza e verrà classificato a Categoria 1. Tuttavia, poiché la tempesta potrebbe cambiare rotta, attualmente non sono state ordinate evacuazioni di massa immediate.

Lungo la costa orientale della Florida, sono iniziate le distribuzioni di sacchi di sabbia ed è stato imposto di poter prelevare dai supermercati una settimana di cibo ed altre attrezzi di emergenza. Molti residenti spaventati hanno comunque lasciato le loro auto nelle stazioni di servizio quando si sono resi contro che il carburante era esaurito.

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha dichiarato lo stato di emergenza per ogni contea e ha chiesto al presidente Trump di dichiarare lo stato di disastro, prima ancora dell’arrivo di Dorian per tutte le 67 contee. Ha anche fatto scendere in campo 2500 soldati della Guardia Nazionale e 1500 sono in attesa di partire in caso di necessità.

I funzionari della città di Miami hanno anche ordinato di non lasciare per la strada gli scooter che potrebbero diventare dei veri e propri proiettili volanti e di assicurare in modo sicuro le gru e i ponteggi nei cantieri edili. Il governatore della Georgia Brian Kemp ha dichiarato lo stato di emergenza delle 12 contee più vicine di 100 miglia dalla costa. Ha firmato inoltre un ordine esecutivo che sblocca le risorse statali per i preparativi alle emergenze.

Questo accade perché, nonostante gli strumenti ultra sofisticati con cui viene monitorato l’uragano, si ha comunque uno scarto di errore di 800 chilometri che potrebbe quindi colpire indifferentemente sia la Georgia che la Florida. La Cnn ha riferito che la Nasa ha spostato una piattaforma di lancio dal Kennedy Space Center, al Vehicle Assembly Building, a circa tre miglia e mezzo di distanza.

Il terrore per questo “mostro” così chiamato dal presidente Trump, ha fatto sì che tutti gli abitanti della Florida si siano precipitati nei supermercati saccheggiando cibo, acqua, torce e pile, esaurendo in pochissimo tutte le scorte disponibili. Per questo motivo il governo ha ordinato di inviare oltre 200.000 litri d’acqua alle varie contee che si sono aggiunte ai 3000.000 litri già presenti sul posto, e sono già pronti oltre 2 milioni di pasti da distribuire.

Le maggiori compagnie aeree hanno cancellato tutti i voli per la Florida e per le Bahamas in attesa del passaggio di Dorian. Anche l’esercito americano sta spostando oltre 40 aerei dalle basi di Jacksonville a quelle del Michigan, Ohio e Texas, così come la US Air Force sempre quanto riferito dalla Cnn.

Dorian iniziato come tempesta all’inizio della settimana, ha già lasciato una scia di terrore, provocando inondazioni e interruzioni di elettricità negli Stati Uniti e nelle Isole Vergini britanniche, per poi attraversare i Caraibi. La tempesta ha abbattuto alberi e pali della luce, anche se tutto questo è nulla in confronto alla forza che sta acquistando nel suo cammino verso la Florida.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/florida-trema-l-arrivo-dell-uragano-dorian-che-potrebbe-1745821.html

(Visited 25 times, 1 visits today)