La musica e il satanismo

È un argomento controverso ma sicuramente interessante quello del rapporto tra satanismo e musica.

Molti gruppi rock hanno dichiarato di essere satanisti, tra cui band come AC/DC, Rolling Stones, nonché gente come Marilyn Manson. Ad ogni modo, non si possono classificare tutti i gruppi come veri e propri satanisti. Bisogna distinguere in:

  • Satanisti veri e propri
  • Atei
  • Agnostici
  • Anticristiani/Antisemiti
  • Neopagani
  • Neonazisti
  • Nazionalisti radicali
  • Dark
  • Commerciali
  • Altri gruppi non facenti parte di nessuna delle correnti sopraccitate

Ad ogni modo, molti gruppi fanno parte di più di una di queste correnti. Ad esempio il gruppo Darkthrone si può considerare (stando alle loro affermazioni) essere: anticristiano, antisemita, satanista, con influssi neopagani.

Il fenomeno del black metal

La parte più controversa del rapporto tra musica e satanismo si rispecchia nel black metal, la forma più estrema di musica metal. Questo fenomeno ha fatto molto parlare di sé, a causa di una serie di delitti e atti vandalici attribuiti ad artisti facenti parte di questa corrente musicale. Nato come risposta alla corrente americana del death metal, subito attecchita in Scandinavia, il black metal pone al centro dei suoi testi la lode di Satana e delle sue opere, e istiga alla distruzione della cristianità. I blacksters (così vengono definiti coloro che vivono il black metal) si vestono sempre di scuro, si tingono i capelli di nero, e coltivano la misantropia (il rigetto per il genere umano). La pratica di rituali satanisti è spesso integrata nella condotta di vita di queste persone. Il gruppo metal che più ha fatto scalpore è stato quello capitanato dalla figura, quasi leggendaria nel mondo del black metal underground, di Øystein Aarseth, alias Euronymous: iMayhem. Era stata fondata una vera e propria organizzazione terroristica denominata Satanic Mafia. Un’altra figura molto importante di questo mondo è Varg Vikernes, colui che uccise Euronymous. Ad egli sono attribuiti atti vandalici a danno di chiese norvegesi (capolavori artistici andati perduti). Egli motivava questi atti giustificandosi affermando che i suoi antenati erano stati costretti dai cristiani a convertirsi, pena la morte, e che questi “missionari” avevano distrutto i templi pagani norvegesi (anch’essi peraltro opere d’arte di indiscutibile valore ormai distrutte). Inoltre, egli ha sempre motivato l’omicidio di Euronymous affermando che Aarseth aveva intenzione di ucciderlo, pertanto egli si era solo difeso, dal carcere in cui ha scontato la sua condanna, ha scritto musica (sono di quel periodo i dischi Daudi Baldrs e Hlidskjalf) e libri. Cerca, attraverso i suoi scritti, di infondere nel popolo norvegese (ed europeo) una coscienza della propria identità e incita alla ribellione contro la “cospirazione giudeo-cristiana”, unico elemento che avvicina Vikernes alle ideologie sataniste.

Musica e satanismo oggi

Al giorno d’oggi nascono sempre più spesso gruppi black metal, lontani dal movimento degli anni ’90 e alla ricerca di un suono più innovativo e commerciale. Si è passati da un primitivo nazionalismo sfrenato a un nuovo modo di concepire la realtà spirituale, ritornando a primitivi culti animisti e naturalisti. Tuttavia gruppi di tossicomani che cercano l’eccesso e la trasgressione in atti estremi definiti satanisti, ma in realtà solo fini a sé stessi.

rock_satanismo

http://www.misteri-e-segreti.info/articoli/8024/satanismo_-_la_musica_e_il_satanismo.htm

(Visited 63 times, 1 visits today)