La vitamina D potrebbe aiutare la fertilità maschile

La vitamina D potrebbe essere di aiuto alla fertilità maschile. Lo rivela uno studio presentato al congresso europeo di endocrinologia a Lisbona e condotto da Elisabeth Lerchbaum dell’Università di Graz in Austria.Lerchbaum ha condotto una serie di ricerche sui rapporti tra livelli di vitamina D nel sangue e problemi di sterilità maschili e femminili.In passato aveva osservato, ad esempio, che carenza di vitamina D può essere associata nelle donne a ovaio policistico e endometriosi. In altri studi Lerchbaum ha evidenziato una correlazione tra chance di successo della fecondazione in provetta e concentrazioni di vitamina D in lui e lei. I suoi nuovi dati evidenziano che bassi livelli di vitamina D in lui possono ridurre la qualità del seme e anche ridurre la concentrazione di ormone maschile, testosterone, andando così ulteriormente a compromettere la fertilità dei maschi. A fine anno, anticipa Lerchbaum,saranno presentati anche i dati di un’ampia sperimentazione clinica sulla vitamina D e fertilità femminile.

 

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/lei_lui/medicina/2017/05/22/la-vitamina-d-potrebbe-aiutare-la-fertilita-maschile_59e51f0d-f9ec-451f-8926-12e71c44dffc.html

 

(Visited 12 times, 1 visits today)