Le 7 Cose che le Persone Libere Non Fanno

1- Non si fanno prendere dai drammi di altre persone.

Una delle caratteristiche dell’intelligenza emotiva è l’empatia. Ma c’è un’enorme differenza tra l’empatia che si può avere verso un amico o una persona cara e l’empatia che si crea con uno sconosciuto. Essere empatici può anche significare il percepire emozioni negative che arrivano dalla persona che abbiamo di fronte.

Le persone emotivamente intelligenti, d’altra parte, sanno ascoltare con attenzione, sanno fornire una consulenza gentile, amorevole, ma autorevole, e sono capaci di offrire assistenza. Allo stesso tempo pero’, esse non consentono che la vita e le emozioni degli altri li possano in qualche modo condizionare.

2-  Non si lamentano.

Piagnistei e mugugni implicano due cose – uno, che stiamo usando lo schema della vittima, e due, che non ci sono soluzioni ai nostri problemi. Raramente una persona emotivamente intelligente si sente vittima e ancora meno, essa, ha la sensazione che soluzione è al di là della sua portata. Invece di cercare qualcuno o qualcosa da biasimare, pensa subito a come poter affrontare in modo costruttivo il dilemma.

Le persone emotivamente intelligenti sono ben consapevoli che i loro reclami influenzano le reazioni emotive di chi li circonda. Per questo motivo evitano di lamentarsi e in silenzio risolvono il ‘problema’ – sia che si tratti di fare una lezione di yoga o meditazione da sole in un parco, sia di cambiare qualcosa di importante nelle loro vita.

3-  Non sempre dicono di sì – per gli altri e per se stessi.

Le persone emotivamente  intelligenti sono ben consapevoli del fatto che un secondo bicchiere di vino porterà a conseguenze negative la mattina successiva, così come sanno distaccarsi dalle emozioni che possono in qualche modo condizionarli o farli stare male sia a livello mentale che fisico.

Le persone emotivamente intelligenti esercitano il loro diritto a dire di no e molto spesso si basano sulla loro forza di volontà. In questo modo sono più libere di concentrarsi sulle ambizioni e sul loro benessere generale.

4- Non fanno pettegolezzi.

Per queste persone il pettegolezzo è messo al bando! Non sprecano tempo prezioso in chiacchiere su altre persone. La persona emotivamente intelligente capisce che tutti gli esseri umani sono ugualmente meritevoli e che ciò che gli altri potrebbero percepire come un errore, potrebbe al contrario essere un’opportunità di miglioramento.

5-  Non contano sugli altri per essere felici.

Sono autosufficienti in tutti i frangenti della vita, compreso il benessere sia a livello fisico che mentale. Esse sanno gestire le proprie emozioni e non si lasciano condizionare da queste ultime. Hanno un importante senso di autostima e sono consapevoli di avere dentro di loro amore e accettazione.

6 – Non hanno pensieri negativi  su loro stessi

Molte persone hanno pensieri negativi su loro stessi, come ad esempio: “Sono poco attraente”, “Avrei dovuto fare meglio”, “Sono patetico” e altri ancora. Le persone emotivamente intelligenti hanno la possibilità per frenare i pensieri negativi prima che questi inizino ad influenzarli. Esse infatti, si basano sui fatti per giungere alle conclusioni. Per alcune persone, questo è un semplice sguardo alla loro esperienza e alle realizzazioni avute durante la loro vita.

Le persone emotivamente intelligenti riconoscono che i pensieri negativi sono solo dei pensieri che riconoscono come voci interiori sprezzanti che sentono fuori sintonia.

7. Non si soffermano sul loro passato.

Le persone che vivono maggiormente nel loro passato piuttosto che nel momento presente, sono predisposte ad una raffica di lamentele mentali e spirituali; dal rimpianto alla nostalgia. Le persone emotivamente intelligenti onorano il loro passato – le persone che hanno amato, gli errori che hanno fatto e le opportunità che hanno sfruttato – ma allo stesso tempo sono consapevoli dell’importanza di vivere esattamente nel qui e ora.

Imparando dal passato (invece di soffermarsi su di esso), le persone emotivamente intelligenti hanno il potere di vivere il loro presente – senza diminuire la loro capacità di avanzare o di sfruttare tre delle emozioni più importanti: autostima, amore per se stessi, gratitudine e speranza.

 

http://luxheart.altervista.org/7-cose/?doing_wp_cron=1493835858.8706059455871582031250

 

(Visited 43 times, 1 visits today)