Le 90 famiglie a rischio sfratto costrette in casa senza neanche i riscaldamenti

“Viviamo male, agli arresti domiciliari senza aver commesso reati e senza riscaldamenti”. Continua il calvario degli abitanti degli edifici popolari di Via Salaria 162 a Monterotondo Scalo che, in questo periodo di quarantena, continuano a vivere con la spada di Damocle dello sfratto (a novembre si dovrebbe tenere l’asta per la vendita dei 5 palazzi che erano di proprietà della Pegaso srl e gestiti dal Comune di Roma per l’edilizia popolare, ndr) e con la caldaia rotta. “Siamo ancora senza riscaldamenti, da circa un mese e mezzo – racconta Antonio Di Natale, uno degli abitanti dei cinque palazzi e tra i più attivi nel cercare di venire a capo della vicenda riguardante lo sfratto – la macchina che dovrebbe riscaldare tutto il palazzo è rotta. Dagli uffici competenti del Comune di Roma ci continuavano a ripetere che non venivano consegnati i pezzi di ricambio. Ora però il problema, con la quarantena, sta diventano insostenibile”. 

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1548038/monterotondo-scalo-roma-sfratto-edifici-popolari-via-salaria-calvario-quarantena.html
(Visited 8 times, 1 visits today)