Le armi americane finite all’ISIS

Mideast Iraq

 

Gli Stati Uniti stanno ora cercando di distruggerle: come? Mandando altre armi all’Iraq

Domenica scorsa il primo ministro iracheno Haider al Abadi ha detto in un’intervista alla televisione Iraqiya che lo Stato Islamico (o ISIS) è entrato in possesso nel corso dell’ultimo anno di grandi quantità di armi appartenenti all’esercito iracheno e fornite dagli Stati Uniti. Al Abadi ha confermato una cosa che si conosce da tempo, cioè che l’ISIS è in possesso di molte armi americane, anche sofisticate: si tratta di un particolare che è stato ripreso spesso in passato dai sostenitori della teoria “complottista” secondo cui l’ascesa dell’ISIS è stata sostenuta dagli Stati Uniti (teoria che non ha alcun fondamento). Abadi ha fornito però anche altri particolari a riguardo, che danno un’idea della dimensione di quello che è successo.

Abadi ha detto per esempio che solo nel giugno 2014 l’esercito iracheno si è fatto sottrarre dall’ISIS 2.300 Humvee, un mezzo militare di ricognizione dell’esercito americano, e molte altre armi pesanti. L’ISIS è entrato in possesso anche di 40 carri armati da combattimento del tipo M1 Abrams, circa 74mila mitragliatrici e 52 cannoni M198. Abadi ha detto: «Abbiamo perso una grande quantità di armi». Le armi americane finite sotto il controllo dell’ISIS erano state trasferite all’Iraq dopo il 2003, cioè dopo la guerra in Iraq che aveva provocato la caduta dell’ex presidente iracheno Saddam Hussein. Gli Stati Uniti avevano stretto degli accordi con i nuovi governi iracheni loro alleati per ricostruire le forze di sicurezza nazionali, che erano state quasi azzerate durante la guerra. Durante la rapida avanzata della scorsa estate, l’ISIS ha conquistato tra le altre cose anche alcune basi militari dell’esercito iracheno, dove erano state posizionate le armi americane. Chiaramente non tutte le armi sequestrate possono essere usate dall’ISIS in guerra: alcune sono così sofisticate da avere bisogno di molti mesi di addestramento.

Le armi americane finite all’ISIS

(Visited 10 times, 1 visits today)