LEGGENDE DEI GUANTONI – Capitolo 1

LEGGENDE DEI GUANTONI

Storia di Pietro Sciandra

Cerca su www.youtube.com: Pietro Sciandra

Cerca su www.ciaddnews.com: Le opere di Pietro Sciandra

Capitolo 1

Stati Uniti d’America. Anno 1975.

Philadelphia (in foto)/Pennsylvania. Il pugilato è sempre più seguito in tutto il mondo e pensare che il pugilato era nato senza guantoni. Ma qui si narra delle leggende dei guantoni e una di queste leggende è Rocky Balboa. In questa serata Rocky Balboa sta affrontando Spider Rico.

Ci sono pochi soldi in premio ma all’inizio della carriera di ogni pugile perché è sempre più difficile guadagnare somme ingenti. La folla comunque assiste agli incontri di pugilato sempre più numerosa e più rumorosa oltre che più vivace.

Rocky Balboa con una ferita riportata al viso durante questo incontro sta affrontando Spider Rico. Rocky Balboa si getta su Spider Rico e colpendolo ripetutamente; Spider Rico finisce al tappeto. L’arbitro conta fino a 10. Spider Rico è fuori combattimento. Rocky Balboa vince contro Spider Rico.

Rocky Balboa intasca i pochi soldi che gli spettano pensando già al prossimo incontro e magari un giorno fare un incontro da sogno. 

Intanto Rocky Balboa si aggira per le strade di Philadelphia cercando compagnia e amicizia con il pretesto di parlare del proprio incontro tentando di ricevere ammirazione e conforto. Rocky Balboa fa una vita da miserabile perché i suoi incontri seppure combattuti con il massimo impegno e con la dovuta grinta oltre che con il dovuto massacrante allenamento nella palestra di Mickey allenatore di Rocky e direttore della palestra. I rapporti di stima tra Mickey e Rocky non sono proprio esaltanti. Mickey dice a Rocky:

“Rocky, hai mai pensato di ritirati?”

Rocky dice a Mickey:

“No! Perché?”

Mickey dice a Rocky:

“Facci un pensierino!”

Rocky dice a Mickey:

“Tu sarai il primo a rimangiarti queste parole! Perché io riuscirò a salire molto in alto!”

Mickey dice a Rocky:

“Prenditi una scala! La trovi laggiù!”

Rocky dice a Mickey:

“Molto spiritoso! Come vanno i tuoi allievi?”

Mickey dice a Rocky:

“Molto bene loro! Loro non sono scimmioni come te ma atleti per le olimpiadi!”

Rocky dice a Mickey:

“Che olimpiadi?”

Mickey dice a Rocky:

“Sei ancora rimbambito per i pugni che hai ricevuto all’incontro di stasera o sei scemo di tuo?”

Rocky dice a Mickey:

“Sul serio, che olimpiadi? Dove e quando?”

Mickey dice a Rocky:

“Il prossimo anno in Canada a Montreal!”

Rocky dice a Mickey:

“Ecco la mia opportunità che io aspettavo! Porta me alle olimpiadi, Mickey! Allenami! Io posso farcela e farti onore come mio allenatore e vantarti così tu dovrai per forza credere in me! Fidati di me! Come io mi fido di te!”

Mickey si allontana da Rocky riprendendo a seguire l’incontro tra due suoi allievi. Mickey sa della pessima reputazione di Rocky come picchiatore per il recupero di crediti e Mickey reputa ovviamente Rocky un fallito senza speranza. Ma le olimpiadi per Rocky potrebbero essere veramente una grandissima occasione per farsi valere, conoscere e rispettare le quali di queste tre cose non gliene è riuscita nemmeno una. Rocky prende tantissimi pugni per pochi dollari; ma questo non gli impedisce di sognare Montreal. Anche come semplice dilettante ma dei pesi massimi; Rocky potrebbe ottenere dei successi e forse addirittura una medaglia e non conta se di bronzo, di argento o di oro. Una sola medaglia vinta da Rocky alle olimpiadi di Montreal potrebbe fare cambiare idea non a tanti ma a tutti e il primo sarebbe proprio Mickey. 

La vita di Rocky è sempre più ostile con immensa difficoltà di semplice sopravvivenza anche nell’essenziale. Rocky cerca conforto nel raccontare le barzellette e tentando di incuriosire una ragazza molto timida e non attraente che lavora in un negozio di animali. Questa ragazza si chiama Adriana e lei ha un fratello scorbutico che beve alcolici e che fuma il sigaro ma lui lavora in un mattatoio. Il fratello di Adriana si chiama Paulie. Tentando così di avere degli amici e magari una donna, non potendo avere soldi, una vita decorosa degna di rispetto e di dignità; Rocky tenta di conquistare almeno la fiducia di Adriana non potendo conquistare la fiducia del suo allenatore Mickey. 

ROCKY BALBOA

MICKEY

ADRIANA

PAULIE

SPIDER RICO

(Visited 4 times, 1 visits today)