L’intelligence: Londra prossimo obiettivo Isis. Arriva il sì del Parlamento della Germania ai raid

2015-12-04T092647Z_1989746078_LR2EBC40Q8C1A_RTRMADP_3_BRITAIN-SECURITY-POLICE-kLhB-U106024819983665W-700x394@LaStampa.it

Dopo i raid in Siria combattenti jihadisti invitati a compiere attentati nel Regno Unito

Sale l’allerta in Gran Bretagna. L’intelligence mette in guardia su possibili attacchi dopo i primi raid inglesi contro l’Isis. Non è chiaro quanto gli attacchi possano essere imminenti, ma l’intelligence europea e americana avrebbe raccolto informazioni sulla possibilità concreta di eventuali atti terroristici. Militanti dell’Isis in Siria e in Iraq sarebbero infatti stati esortati a tornare in Gran Bretagna per compiere attacchi.

 

BOMBE SULLA SIRIA

Le informazioni dell’intelligence si aggiungono ai messaggi circolati online, con lo slogan più ripetuto «Londra dopo Parigi». I primi attacchi inglesi contro l’Isis in Siria sono iniziati nelle ultime ore. Il primo bilancio è di sei obiettivi colpiti nell’est siriano al confine con l’Iraq, dove si trova il campo petrolifero di Omar, che secondo le autorità inglesi fornisce il 10% dei profitti che l’Isis ricava dal petrolio. I raid inglesi però espongono la Gran Bretagna a una crescente minaccia di attentati. Molti inglesi hanno lasciato il paese per andare a combattere a fianco dell’Isis e ora sono incoraggiati a tornare in Inghilterra per compiere attacchi stile Parigi.«Non prendetevela con l’Islam quando vi colpiremo», è uno dei messaggi lanciati online.

https://www.lastampa.it/2015/12/04/esteri/allarme-dellintelligence-la-gran-bretagna-nel-mirino-dellisis-lCqycERPo4N4d94ArzXltL/pagina.html

(Visited 11 times, 1 visits today)