L’omaggio di Mattarella alle donne per l’8 marzo “Senza voi l’Italia sarebbe più povera e ingiusta”

4e22b54a1b13805cee5a66d4a6237af5-kY2F-U10402298075032qdD-700x394@LaStampa.it

Il capo dello Stato durante le celebrazioni al Quirinale: «Sopportate il peso maggiore»

Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi (S), Valeria Fedeli e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della cerimonia per la Giornata internazionale della Donna, al Quirinale

«Senza le donne l’Italia sarebbe più povera e ingiusta»: alla tradizionale cerimonia al Quirinale in occasione dell’8 marzo, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto rendere omaggio a quella parte della popolazione su cui «grava il peso maggiore della crisi economica» e a cui «una società non bene organizzata affida il compito, delicato e fondamentale, di provvedere in maniera prevalente all’educazione dei figli e alla cura degli anziani e dei portatori di invalidità». E proprio per questo, le donne, ha spiegato il capo dello Stato, sono spesso «alla difficile ricerca di una compatibilità tra lavoro e famiglia».

Secondo l’Eurispes la conciliazione tra la vita in ufficio e quella privata è il cruccio maggiore delle donne che lavorano. Le lavoratrici italiane lamentano la mancanza di spazi da dedicare a se stesse e la difficoltà a mettere insieme famiglia e lavoro. Anche perché, come è ben noto, nonostante qualche passo avanti si sia registrato, i carichi a casa non sono equamente distribuiti con il partner.

Di conciliazione ha parlato oggi anche il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, secondo il quale bisogna «aumentare il tasso di occupazione femminile e valorizzare l’apporto professionale delle donne al mercato del lavoro». Per raggiungere questi obiettivi, «un supporto importante può venire da un quadro normativo che aiuti a superare e rimuovere gli ostacoli che la impediscono, in particolare le problematiche legate alla maternità e, più in generale, la difficile conciliazione dei tempi di lavoro con i tempi di vita, gli impegni familiari ed il lavoro di cura, che spesso continua ad essere prevalentemente loro affidato».

http://www.lastampa.it/2015/03/07/italia/cronache/lomaggio-di-mattarella-alle-donne-per-l-marzo-senza-voi-litalia-sarebbe-pi-povera-e-ingiusta-ySsMVvxWRgiEx2zLBOZeuO/pagina.ht

(Visited 4 times, 1 visits today)