Madonna a Che tempo che fa, ecco com’è andata

madonna-che-tempo-che-fa_980x571

Un bicchiere di Sassicaia offerto da Fabio Fazio, una scatola di macaron come omaggio, un abbraccio non previsto ai tanti fan: è stata breve ma non banale la trasferta di Madonna a Milano per l’intervista a Che tempo che fa, che andrà in onda l’8

Un bicchiere di Sassicaia del 2011 offerto da Fabio Fazio, una scatola di macaron come omaggio, un abbraccio non previsto ai tanti fan, sotto gli occhi preoccupati della sicurezza. È stata breve ma non banale la trasferta di Madonna a Milano tra sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo, per presentare il suo nuovo album Rebel Heart (in uscita il 10 marzo) e registrare la puntata di Che tempo che fa che andrà in onda domenica 8 marzo.

Madonna è arrivata sabato sera a Milano con un volo privato da Parigi. Dopo l’atterraggio a Linate, è andata subito a occupare la sua suite a Palazzo Parigi, l’albergo a cinque stelle di Brera. Una novità rispetto alla sua consueta base, l’Hotel Principe di Savoia. Con lei i collaboratori più stretti, i musicisti e i tecnici, in tutto un travel party di 58 persone (la maggior parte ha dormito in un altro hotel del centro). La serata è stata tutta dedicata al lavoro, fino a notte per limare i dettagli dello show e l’organizzazione della giornata: nessun appuntamento legato alla Fashion Week per lei, nonostante i fan in attesa davanti alle sfilate di Versace. Troppo breve la trasferta per dedicarsi ad appuntamenti mondani: Madonna ha preferito accorciare il più possibile i tempi di questo mini-tour europeo (Londra, Parigi, Milano e di nuovo Parigi, prima di volare verso gli Stati Uniti) perché era in viaggio senza i figli, impegnati con la scuola.

La mattina è stata dedicata all’allenamento: due ore nella palestra dell’albergo. Stretching, yoga e ballo: le conseguenze della caduta ai Brits totalmente dimenticate. Poi il trasferimento negli studi di Via Mecenate, in perfetto orario: è arrivata a ora di pranzo, con piumino e occhiali con lenti fumé. Le prove sono state a tempi contingentati, perché se il pomeriggio era dedicato all’esibizione di Madonna e alla sua intervista, in serata ci sarebbe stata la diretta di Jovanotti (le due star non si sono incrociate). Insomma, nessun ritardo era consentito e nessun ritardo c’è stato. Unico intoppo (poi risolto) sui visual dell’esibizione, in formato diverso da quello previsto dalla Rai. Madonna in compenso ha apprezzato la struttura dei monitor dello studio di Fazio e ha detto che potrebbe prendere ispirazione per il suo tour, che parte a fine agosto e che arriverà in Italia il 21 novembre a Torino.
http://www.vanityfair.it/show/tv/15/03/05/madonna-ospite-a-che-tempo-che-fa-fabio-fazio-intervista-retroscena

(Visited 16 times, 1 visits today)