Magliano Sabina, festa patrono in quarantena. Celebrazioni rinviate al 24 maggio con tre messe su prenotazione

Magliano Sabina, festa del patrono senza processione. Tre messe su prenotazione il 24 maggio.

Non ci sono Santi che tengano: le celebrazioni religiose a Magliano Sabina non riprenderanno prima del 18 maggio. E nessuna eccezione sarà fatta per il patrona San Liberatore i cui festeggiamenti, in maniera più o meno sfarzosa, si sono da sempre tenuti il 15 maggio. Ad avere l’ultima parola sulla questione, che ha acceso anche alcune discussioni sui social rispetto all’opportunità o meno di mantenere questa linea rigida da parte della parrocchia, è stato il parroco Don Ariel che ha scelto di perseguire l’osservanza delle regole imposte per il contenimento della diffusione del Covid-19. Nessuna celebrazione religiosa si svolgerà, dunque, ma il 2020 non sarà ricordato come l’anno in cui Magliano non ha festeggiato il suo santo; gli appuntamenti, infatti, sono soltanto rimandati.

Quest’anno quindi San Liberatore sarà celebrato nove giorni dopo e precisamente domenica 24 maggio quando, ormai fuori dalle restrizioni governative, verranno celebrate tre messe, alle 9 alle 11 e alle 19, in Cattedrale, per un massimo di 120 persone per ogni celebrazione. Le tre funzioni sono state previste per permettere a tutti di trovare spazio in chiesa e si sta studiando come gestire i flussi tanto che non è escluso che si arriverà a un sistema di prenotazione per partecipare. Per il 15 maggio, dunque, il Santo sarà salutato solo dalle bandiere realizzate qualche anno fa dalla vecchia Pro Loco tornare a sventolare alle finestre per iniziativa popolare.

“È certamente un grande dispiacere non poter celebrare il nostro Santo – dice il sindaco Giulio Falcetta -, ma la decisione del parroco non può essere assolutamente stigmatizzata ed è stata presa solo per scongiurare qualunque rischio. In questo momento dell’anno la cittadina si riscopriva comunità e quest’anno solo apparentemente non sarà così. In questa emergenza tante associazioni culturali hanno dato vita ad iniziative seppur virtuali tutte rivolte alla comunità, molte confraternite e cittadini hanno fatto donazioni sostegno di famiglie in difficoltà e Caritas e Protezione Civile insieme al Comune hanno lavorato alacremente per far fronte alle tante emergenze generate dal virus. Magliano ha dimostrato di essere una grande comunità, primi tra tutti i più giovani che con grande senso di responsabilità hanno seguito le regole imposte. A tutti va il mio personale ringraziamento”.

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1610355/magliano-sabina-messe-prenotazione-san-liberatore-festa-patrono-15-maggio-niente-celebrazioni-no-processione-bandiere-finestre.html
(Visited 2 times, 1 visits today)