Marche, trova foto hard sul telefono della figlia. Padre denuncia e i carabinieri scoprono un giro di prostituzione

Scopre le foto hot che sua figlia di 17 anni diffondeva su whatsapp e decide di andare a fare denuncia. Ma mai si sarebbe aspettato di scoprire un giro di baby prostituzione. È successo a Fabriano, nelle Marche, dove secondo il Corriere Adriatico l’indagine condotta dalle forze dell’ordine fatto emergere che sette persone, due uomini e due donne dai 18 a 70 anni, avessero messo in piedi un racket di baby squillo. La dinamica è semplice, adescavano le minorenni, dai 14 a 17 anni, e le convincevano a inviare loro scatti senza veli o farsi filmare nude previa remunerazione. Sempre secondo gli agenti, i presunti responsabili si sarebbero spinti a proporre incontri sessuali a pagamento. Anche se non c’è nessuna prova che i rapporti siano stati effettivamente consumati. I sette sospettati dovranno rispondere delle accuse di reato di divulgazione, detenzione di materiale pedopornografico, pornografia minorile, e anche di sfruttamento e induzione alla prostituzione.

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13247891/marche-foto-hard-telefono-figlia-denuncia-racket-prostituzione-minorile.html

 

(Visited 10 times, 1 visits today)