Marco Travaglio, l’orrenda gaffe in diretta tv contro i diversamente abili: la frase micidiale

“Andate pure avanti a trattarli come mongoloidi”. Così ha detto il direttore delFatto Quotidiano Marco Travaglio rivolgendosi a Gianrico Carofiglio durante la trasmissione Otto e Mezzo de La7 del 20 settembre per definire il modo con cui secondo lui vengono visti gli elettori del M5s.

“Non siamo più disposti a tollerare un linguaggio che ferisce e offende le oltre40.000 persone con Sindrome di Down e loro familiari che vivono in Italia: queste persone si aspettano almeno le scuse di Marco Travaglio e dell’emittente La7, nonché della conduttrice di Otto e Mezzo Lilli Gruber”. Questa la reazione, comprensibile, di Roberto Speziale, presidente Anffas (associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale).

Marco Travaglio ovviamente si scusa. Anche se la gaffe era ormai fatta. “ll mio intento era tutt’altro che quello di offendere le persone affette da sindrome di Down e le loro famiglie”, replica Travaglio, “anche perché ne conosco personalmente diverse, e so di avere soltanto da imparare da loro”. “Se però con le mie parole”, conclude, “rivolte a un interlocutore con cui stavo polemizzando e non certo alle persone affette da sindrome di Down, ho involontariamente offeso qualcuno, me ne scuso dal più profondo del cuore”. 

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/13247673/marco-travaglio-gaffe-otto-e-mezzo-trattate-i-grillini-come-mongoloidi.html

 

(Visited 34 times, 1 visits today)