Milano, ucciso attentatore di Berlino in sparatoria a posto di blocco

2158168_berlinomilano-jpg-pagespeed-ce-42-jqayjmy

È Anis Amri, l’attentatore di Berlino  l’uomo ucciso questa notte nel corso di un conflitto a fuoco con la Polizia a Sesto San Giovanni, il paese alle porte di Milano dove questa notte è avvenuto il fermo e l’uccisione dell’attentatore.
Due colpi, di cui uno mortale all’altezza del costato, lo hanno fatto morire in dieci minuti. E’ il racconto di Roberto Guida, vice questore aggiunto e a capo del commissariato di Sesto San Giovanni.

La dinamica Sono le 3.08 del mattino della notte scorsa quando la voltante del commissariato, proprio davanti alla stazione ferroviaria di Sesto, vede «questa persona sospetta di origine maghrebina», spiega Guida. I due agenti, che sono Luca Scatà e Christian Movio, fermano Amri, che è senza documenti ma «parla un buon italiano con accento straniero». Una volta chiesto di svuotare lo zainetto, il terrorista, tranquillo, estrae la calibro 22 «con mossa repentina e inattesa» colpisce Movio alla spalla. Nonostante sia ferito, l’agente prova a tirare fuori la pistola, sparando un colpo, ma Amri è già dietro la volante per nascondersi e forse «riuscire a freddare gli agenti». A quel punto, il 29enne Scatà, agente in prova, fa il giro della macchina e risponde al fuoco, sparando due colpi. «L’esame autoptico ci dirà quale organo è stato colpito in modo mortale», conclude.

Gli spostamenti del terrorista Dagli accertamenti dalla Digos, coordinati dal capo dell’antiterrorismo milanese Alberto Nobili, Anis Amri, il killer di Berlino, è arrivato in Italia dalla Francia, in particolare da Chambery, in Savoia, da dove ha raggiunto Torino, dove è rimasto quasi tre ore, prima di raggiungere in treno Milano, dove è stato fermaro e ucciso durante la sparatoria. Secondo quanto si apprende da fonti investigative, l’uomo sarebbe arrivato intorno alle 20.30 alla stazione di Porta Susa, da dove sarebbe poi ripartito alla volta della Lombardia alle 23 circa. Sulla sua presenza a Torino sono in corso accertamenti da parte della Digos del capoluogo piemontese.

http://www.ilmessaggero.it/pay/edicola/milano_spara_poliziotto_ucciso-2158168.html

(Visited 12 times, 1 visits today)