Nei capoluoghi italiani aumentano zone a traffico limitato

Cresce in Italia la sensibilità delle amministrazioni pubbliche in fatto di viabilità: nel periodo tra il 2008 e il 2015 le zone a traffico limitato (ZTL) sono aumentate del 5,1%, le piste ciclabili del 47,7% e le aree pedonali del 27,7%. Le cifre, frutto di un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Istat, si riferiscono alla media delle rilevazioni effettuate nei comuni capoluogo di provincia. In otto anni, quindi, le città si sono riappropriate di spazi in precedenza utilizzati dalle auto e sono aumentate le opportunità di utilizzo per le biciclette. Le amministrazioni hanno ristretto il raggio di utilizzo delle macchine ampliando le aree di divieto assoluto o parziale della loro circolazione.

A livello nazionale, in base ai parametri dei rilevamenti della ricerca (quindi in riferimento ai soli capoluoghi di provincia), le zone a traffico sono passate da un’estensione di 73,5 chilometri quadrati nel 2008 a 77,2 Km2 nel 2015. Il capoluogo in cui l’aumento è stato maggiore è Sassari (da 0,034 a 0,227 Km2, +567,6%), che precede Imperia (da 0,016 a 0,07 Km2, +337,5%) e Brindisi (da 0,1 a 0,3 Km2, +200%).

Per quello che riguarda le aree pedonali sono passate da un’estensione di 546,7 ettari nel 2008 a 695,2 ettari nel 2015, con l’incremento maggiore registrato nel 2015, quindi pre sisma, a Rieti, passata da 0,2 a 3 ettari (+1400%), davanti a Ragusa (da 1,066 a 3,809 ettari, +257,3%) e Andria (da 0,3 a 1,04 ettari, +246,7%). Nella classifica delle prime dieci, la città con la maggiore estensione è Bari (quarto posto per incremento), che nel 2015 aveva 15,605 ettari percorribili solo a piedi (+201,2% sul 2008).

Infine, le piste ciclabili hanno aumentato la loro estensione nei capoluoghi italiani dai 2.823,8 km del 2008 ai 4.169,9 km del 2015. Il comune più attento in quest’ambito è stato quello di Fermo (da 0,1 a 7 km, +6900%), davanti a Cagliari (da 2 a 40 km +1900%) e Avellino (da 0,3 a 3 km, +900%). Nella top ten dei capoluoghi quello con più strade riservate ai ciclisti nel 2015 era Milano, con 200 km (decimo posto per incremento).

 

70df25aed9bea217e9e1526b384d19a5

http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/analisi_commenti/2016/12/21/nei-capoluoghi-italiani-aumentano-zone-a-traffico-limitato_72fa9b12-c3bd-4356-b7d4-2cde3c4346f8.html

 

(Visited 12 times, 1 visits today)