• Sab. Dic 5th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Nuoto, Europei: Paltrinieri show, oro nei 1500 a suon di record. Argento Detti

DiPaul Polidori

Mag 19, 2016

Se il buongiorno si vede dal mattino, a Rio (scongiuri dovuti a parte) il nuoto farà sorridere l’Italia. Le punte azzurre non deludono mai, e anche Gregorio Paltrinieri si conferma certezza assoluta: dopo l’oro mondiale a Kazan, è arrivato l’oro europeo a Londra. Ma soprattutto è arrivato un titolo accompagnato da un tempo ‘mostruosò e dalla doppietta con l’argento di Gabriele Detti.

I due azzurri hanno rispettato i pronostici: ma il nuotatore di Carpi è andato anche oltre, demolendo il proprio record europeo in 14’34″04, seconda prestazione mondiale di tutti i tempi dietro al primato del mondo del cinese Sun Yang. Detti, già oro nei 400 stile libero, ha fermato il cronometro sul 14’48″75. Bronzo all’ucraino Mykhaylo Romanchuk (14’50″33). Per Paltrinieri si tratta del terzo oro europeo consecutivo. Insomma, per essere la rassegna continentale quasi a ridosso delle Olimpiadi, per le quali è finalizzata tutta la preparazione, non c’è proprio da lamentarsi…

“E’ venuta fuori una gara incredibile – ha detto Paltrinieri subito dopo la vittoria ai microfoni di Raisport – volevo dominare come è successo ma non pensavo di riuscire a fare questo tempo. Questo tempo mi fa ben sperare per le Olimpiadi. Ero venuto qua a Londra pensando a una gara di passaggio, ma l’obiettivo è arrivare a Rio al massimo”. Detti soddisfatto per l’argento, un po’ meno per il tempo: “Ma ero molto stanco, ho faticato molto”, ha detto il livornese. Che ha commentato la gara di Paltrinieri con una sola parola: “Chapeau”, accompgnandola col gesto di togliersi il cappello.

RENZI: “STRAORDINARIO IN VISTA RIO” – “Qualche minuto fa Gregorio Paltrinieri da Carpi ci ha regalato un meraviglioso, straordinario risultato: il miglior tempo nei 1500 stile libero a livello europeo. Tocchiamo ferro con scaramanzia ma si fa sentire in vista delle Olimpiadi di Rio. E’ uno dei più giovani e brillanti della nostra grande squadra di nuoto”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi nella diretta Twitter e Facebook #Matteorisponde.

0
LinkedIn
1
Pinterest
LONDRA – Se il buongiorno si vede dal mattino, a Rio (scongiuri dovuti a parte) il nuoto farà sorridere l’Italia. Le punte azzurre non deludono mai, e anche Gregorio Paltrinieri si conferma certezza assoluta: dopo l’oro mondiale a Kazan, è arrivato l’oro europeo a Londra. Ma soprattutto è arrivato un titolo accompagnato da un tempo ‘mostruosò e dalla doppietta con l’argento di Gabriele Detti.

I due azzurri hanno rispettato i pronostici: ma il nuotatore di Carpi è andato anche oltre, demolendo il proprio record europeo in 14’34″04, seconda prestazione mondiale di tutti i tempi dietro al primato del mondo del cinese Sun Yang. Detti, già oro nei 400 stile libero, ha fermato il cronometro sul 14’48″75. Bronzo all’ucraino Mykhaylo Romanchuk (14’50″33). Per Paltrinieri si tratta del terzo oro europeo consecutivo. Insomma, per essere la rassegna continentale quasi a ridosso delle Olimpiadi, per le quali è finalizzata tutta la preparazione, non c’è proprio da lamentarsi…

“E’ venuta fuori una gara incredibile – ha detto Paltrinieri subito dopo la vittoria ai microfoni di Raisport – volevo dominare come è successo ma non pensavo di riuscire a fare questo tempo. Questo tempo mi fa ben sperare per le Olimpiadi. Ero venuto qua a Londra pensando a una gara di passaggio, ma l’obiettivo è arrivare a Rio al massimo”. Detti soddisfatto per l’argento, un po’ meno per il tempo: “Ma ero molto stanco, ho faticato molto”, ha detto il livornese. Che ha commentato la gara di Paltrinieri con una sola parola: “Chapeau”, accompgnandola col gesto di togliersi il cappello.

RENZI: “STRAORDINARIO IN VISTA RIO” – “Qualche minuto fa Gregorio Paltrinieri da Carpi ci ha regalato un meraviglioso, straordinario risultato: il miglior tempo nei 1500 stile libero a livello europeo. Tocchiamo ferro con scaramanzia ma si fa sentire in vista delle Olimpiadi di Rio. E’ uno dei più giovani e brillanti della nostra grande squadra di nuoto”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi nella diretta Twitter e Facebook #Matteorisponde.

Oltre a Paltrinieri e a Detti, l’Italnuoto si gode l’ottima prova di Diletta Carli e Simona Quadarella che si sono brillantemente qualificate per la finale degli 800 stile libero agli Europei di Londra. Carli addirittura col 2° tempo in carriera (8’30″41), a meno di 2″ dal primato personale, e 3° dei preliminari con vista sul tempo limite per il pass olimpico di 8’26″5. Quadarella, invece, è entrata con l’8° ed ultimo crono utile per passare il turno in 8’37″25. Proverà a fare decisamente meglio in finale visto che vanta un personale di 8’28″06, record cadetti. Il miglior tempo delle eliminatorie e’ dell’ungherese Boglarka Kapas, oro nel 2012 e bronzo uscente, col tempo di 8’27″75. A seguire la campionessa in carica e bronzo mondiale, la britannica Lazmin Carlin in 8’29″53.

CARINI IN SEMIFINALE NEI 200 FARFALLA – Giacomo Carini ha centrato le semifinali dei 200 farfalla nuotando il 4° tempo delle batterie in 1’57″30, a 29 centesimi dal primato personale. Il piacentino, che compirà 19 anni il prossimo 2 luglio, cerca la finale tra i grandi dopo molteplici medaglie internazionali a livello giovanile, tra cui il bronzo alle Olimpiadi di categoria nel 2014. Dell’ungherese Laszlo Cseh, campione del mondo in carica e primatista europeo in 1’52″70, il primo tempo delle batterie in 1’54″51. Nei 200 misti avanzano Carlotta Toni col primato personale di 2’13″01 e Sara Franceschi in 2’13″34, rispettivamente col 4° e 7° tempo delle eliminatorie. Eliminate, invece, Ilaria Cusinato, 9/a in 2’14″42, e Luisa Trombetti, 11/a in 2’14″70. Il miglior crono delle batterie è stato della primatista mondiale (2’06″12), nonché campionessa europea e mondiale ungherese Katinka Hosszu (2’11″55).

PIZZINI AVANTI NEI 200 RANA – Ha superato il turno senza particolari problemi Luca Pizzini, 9° nei 200 rana in 2’12″92. Davanti a tutti il campione del mondo e d’Europa, il tedesco Marco Koch in 2’11″29. Senza brillare, ma alle semifinali dei 100 dorso sia Carlotta Zofkova sia Elena Gemo, rispettivamente autrici del 7° tempo in 1’00″88 e del 12° in 1’01″44 delle batterie. Eliminata Margherita Panziera, 14/a in 1’01″45. Il miglior tempo delle batterie è stato della danese Mie Ostergaard Nielsen, che in 59″26 ha stabilito il record dei campionati precedendo di 12 centesimi Hosszu.

SABBIONI OK NEI 50 DORSO – Dopo il bronzo conquistato nei 100 dorso e l’argento con la staffetta mista si è rituffato subito in vasca

Simone Sabbioni, che è passato alle semifinali dei 50 dorso col 10° tempo di 25″45. “In semifinale proverò ad avvicinare il mio personale”, ha promesso, ovvero andare sotto il muro dei 25 secondi. D’obbligo visto che davanti viaggiano a grande velocità. Il miglior tempo è stato quello del russo Grigory Tarasevich in 24″85, seguito a 8 centesimi dal campione del mondo francese Camille Lacourt, martedì oro nei 100.

194027918-56b39278-17e0-4d11-9ab1-3666799b6bd2

http://www.repubblica.it/sport/vari/2016/05/18/news/nuoto_europei_1500_paltrinieri_detti-140080857/

(Visited 2 times, 1 visits today)