Ordine dei Templari: conosciamoli meglio

ordine-templari

Interesse crescente per il mondo templare che è arrivato, dopo quasi mille anni, fino ai nostri giorni. Cultura, solidarietà e formazione tra le finalità dell’associazione.

A tal proposito abbiamo sentito il Gran Priore D’Italia Prof. Stelio Venceslai che ha illustrato l’associazione e i suoi fini.

1 – Cos’è l’Ordine dei Templari?

L’Ordine è un’associazione internazionale, senza fine di lucro, l’OSMTH, che si propone finalità culturali, di solidarietà e formative. L’Ordine si richiama al retaggio dei Cavalieri dell’antico Ordine del Tempio, dissolto nel 1318, ma senza alcuna condanna da parte della Chiesa. Tecnicamente, l’antico Ordine, in base ad accuse mai sufficientemente provate, venne “sospeso” ed i suoi beni devoluti ai Principi ed all’Ordine degli Ospitalieri, oggi Cavalieri di Malta. Anche se non è storicamente provato che l’Ordine sia sopravvissuto segretamente per secoli, sta di fatto che il mondo templare è arrivato, dopo quasi mille anni, fino ai nostri giorni e continua a risvegliare un interesse crescente.

2 – Cos’è l’OSMTH?

L’Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani – OSMTH è un’organizzazione internazionale che raggruppa un certo numero di associazioni nazionali templari (i G. Priorati), che si riconoscono nello Statuto dell’OSMTH e ne condividono le finalità. L’OSMTH è attualmente presente in circa 45 Paesi. L’OSMTH è stato recentemente riconosciuto dalle Nazioni Unite come ONG internazionale ed è l’unica organizzazione cavalleresca templare (dopo quella dei Cavalieri di Malta) che ha avuto tale riconoscimento. Il G. Priorato d’Italia è membro fondatore dell’OSMTH. Di particolare importanza sono i requisiti richiesti per essere ammessi all’OSMTH: ecumenismo cristiano, democraticità delle nomine, stabilità finanziaria, un certo numeri di membri e così via. Ogni G. Priorato ha un voto ed ogni G. Priorato rappresenta uno Stato. L’OSMTH è guidato da un G. Maestro (l’Amm. Jim Carey), da un Magistero, presieduto dal G. Commander Gen. Pat Rea e dal Consiglio dei G. Priori, che è l’organo “legislativo” dell’Ordine.

3 – Di cosa si occupa?

L’OSMTH sta sviluppando una serie di azioni di solidarietà in Palestina, in Afghanistan, nelle Filippine ed anche in Iraq. In Italia, il G. Priorato, ramificazione nazionale dell’Ordine, s’interessa della promozione delle sue idee, della gestione dei suoi membri ed esplica numerose attività, organizzative di riunioni e convegni, oltre che azioni di solidarietà, elaborando o partecipando a progetti specifici, soprattutto in materia sanitaria. Inoltre, intrattiene rapporti con gli Ordini analoghi di altri Paesi, membri dell’OSMTH, con altri Ordini cavallereschi, con alcune ONG, quali  l’UNICEF, l’International Peace Burau – IPB, i Silent Knights e così via, sia sul piano dei rapporti di collegamento e di buon vicinato sia per scopi comuni di solidarietà e di ricerca storico culturale, ed, infine, con chiunque ne condivida le sue finalità.

4 – Che cosa è il Gran Priorato d’Italia?

Il G. Priorato d’Italia è l’associazione dei Cavalieri templari italiani e stranieri che aderiscono al suo Statuto.  Il G. Priorato è guidato da un G. Priore, eletto ogni cinque anni, da un Magistero, che è il Governo del G. Priorato, e da un Consiglio del G. Priorato. Il G. Priorato si articola, sul piano territoriale, in Commende, Balivati (a livello regionale) e tre Gran Balivati (per l’Italia Settentrionale, Centrale e Meridionale). Esiste una serie di regole che disciplinano i rapporti tra i Cavalieri e la gerarchia templare, raccolte in un Codice, il De Magni Priorati Italiae Codice Militum Templi, la cui accettazione fa parte del rito dell’investitura di ogni nuovo Cavaliere. Il G. Priorato d’Italia, inoltre, sta costituendo tutta una serie di proprie Commende, all’estero, dove non esistono G. Priorati nazionali. In particolare, siamo presenti in Croazia, Slovenia, Bulgaria, Romania, Giappone, S. Marino, Sud Africa e Spagna, Congo (K) e Cameroun.

http://www.nwo.it/ordine_templari.html

(Visited 70 times, 1 visits today)