• Lun. Nov 23rd, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

PALERMO | PAOLO BATTAGLIA LA TERRA BORGESE IN MEMORIA DI PHILIPPE DAVERIO

PALERMO | PAOLO BATTAGLIA LA TERRA BORGESE IN MEMORIA DI PHILIPPE DAVERIO

È stato il Magnifico Rettore di un pubblico inconsapevole – commenta a caldo il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese sulla scomparsa di Philippe Daverio – prima ancora che storico dell’arte, docente, saggista, divulgatore televisivo ed ex assessore alla Cultura del Comune di Milano.

Ecco le esternazioni vigorose e improvvise dell’idea che Paolo Battaglia La Terra Borgese conserva di Philippe Daverio:

“Nella notte tra l’1 e il 2 settembre, all’Istituto dei Tumori di Milano, ci ha lasciato un uomo di stampo antico ma il vero Philippe Daverio è e sarà in noi sempre vivo. Oggi Philippe Daverio è soltanto assente, dove sia è nella autonoma immaginazione di ciascuno di noi, scegliendo per Lui il luogo ideale che riteniamo il migliore ove ricordarLo quale modello di vita, vigile rimembranza di un autentico studioso di intransigente osservazione storica.

Tale per tutti noi sia nel consenso vuoi nel dissenso, perché sempre determinato ed indirizzato ad essere Guida alla quale si ispirava come paladino dell’Arte, in particolare quale punto di riferimento della divulgazione.

Perché lui amava le parole, era un pragmatico che però rispettava al massimo il linguaggio, guardava e sorvegliava i fatti, li considerava nelle prevedibili conseguenze reali o virtuali.

Era elegantemente schivo agli elogi e agli onori che pure molto spesso meritava per questo Suo attaccamento creativo, anche fisico, all’Arte.

Ha militato nell’Arte senza mai alcuna ingiustificata assenza, interruzione o sospensione, con la mente libera.

Personalmente l’ho ascoltato in ogni occasione, in ogni questione ove lasciava sempre la Sua impronta risolutiva.

Era consapevolmente decisionista a costo di apparire autoritario anche se in realtà era solo un innamorato autorevole della Bellezza.

Ecco: è stato un Uomo certamente autorevole che faceva sentire il valore della Sua personalità non già come strumento di esibizione e di prevalenza ma come portatore di idee precise, di saggi consigli e talvolta anche di un qualche imperativo categorico che solo Lui poteva permettersi.

La sua Memoria rimarrà in noi, e con me, che per Lui ho creato una camera ideale, quella del “memento” per contrapporla alla camera dell’oblio, per il segno che Philippe Daverio ha inciso profondamente in noi, nell’Arte.

Non Lo penso con rimpianto perché abbiamo detto che è solo assente ma è tuttavia un tesoro, un amico, uno sposo e un padre della Critica dell’Arte che va a vivere lontano da noi lasciandoci a coltivare e rispettare i Suoi ammaestramenti, quali auspicio del nostro futuro sempre con Lui, sempre con Philippe Daverio, sempre con l’Arte”: ha concluso così il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese sulla dipartita del grande Philippe Daverio.

(Visited 36 times, 1 visits today)

Chiara Fiume

Paolo Battaglia La Terra Borgese (Piazza Armerina, 28 luglio 1960) è un critico d'arte, saggista e politico italiano. È il più giovane di due figli del funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Battaglia La Terra Borgese (1937-2003) e di Giuseppa Ligotti (1942). Il suo nome all’anagrafe è Paolo Waldimiro Gromiko Palmiro. A conclusione di un percorso di studi magistrale, nel 1984 si è laureato in Scenografia con il massimo dei voti e la lode. Coniugato due volte, ha due figli, di cui uno avuto da una terza donna. In una intervista condotta da Andrea Giostra per Fattitaliani.it, Battaglia La Terra Borgese ha dichiarato che il critico d’arte, come il mediatore culturale, è un delegato bilingue che media tra condividenti monolingue ad una chiacchierata di due collettività filologiche differenti. Sino al 1999 ha affiancato aziende di nicchia per l’arte e l’editoria artistica per bibliofili. Dal 2000 in poi i suoi lavori sono concentrati nella redazione di testi per terze parti. A queste cede anche i diritti di legge. Nel 2011 ha fondato il Premio Arte Pentafoglio, onorificenza atta ad insignire annualmente artisti, letterati e comuni cittadini che hanno orientato il loro pensiero e la loro azione verso il bene umanitario. Tra le figure più autorevoli insignite dell’onorificenza spicca quella di Philippe Daverio. Nel 2012, sigla una convenzione (protocollo 50905/2012) con l’Università degli Studi di Palermo, divenendo Tutor nei tirocini per laureati e laureandi. Nel 2013 l’Accademia di Sicilia lo nomina, insieme alle massime Autorità siciliane, tra i membri del Comitato d’Onore permanente del Premio Nazionale Liolà, importante riconoscimento del quale sono stati insigniti illustri personaggi come l’attrice Debora Caprioglio e Damiano Damiani, regista de La Piovra, miniserie RAI. Nel 2013 è eletto Consigliere Provinciale Acli Terra, l’associazione professionale delle ACLI la cui iniziativa favorisce l’integrazione e interscambio fra culture e tradizioni sui territori, nella fedeltà a valori e radici comuni. Si dimette dopo un anno. Nel 2014 conia il termine “partecipativa”, intendendo riqualificare e reinterpretare il ruolo dell’Artista nelle mostre collettive. Per il 2014 / 2015 è nominato Prefetto del Rotary Club Palermo Sud. Dal 2015 al 2018 ha prestato consulenza artistica al Comune di Castronovo di Sicilia, dove ha curato la nascita del Museo Civico di Arte Contemporanea di Palazzo Giandalia. Ha operato a fianco dell’Ambasciata di Polonia in Italia, dell’Ambasciata della Repubblica d’Armenia, dell’Ambasciata d’Austria, di Organismi Internazionali tra i quali UNESCO, Scuole Pubbliche, Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Medici, Ha curato annulli filatelici con Poste Italiane, ha insignito docenti dell’Università di Berna. Nel 2016 è insignito quale Cavaliere onorario del Supremo Ordine dell’Antico e Rigenerato Rito Templare – Supremo Gran Consiglio del 9° Grado Cathedrale, quale uomo di cultura. Nel 2017 ha fondato a Milano il partito Italia Attiva con altre persone. Il partito di area assolutamente liberale si propone anzitutto treno del libero pensiero per i comparti produttivi del Paese con particolare attenzione al mondo delle professioni, per lo sviluppo sano della società italiana e comunitaria dell’Europa. Sue ultime opere sono: “Esseri”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 9788896950913; “In viaggio con Dante”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 97888961807253. Repertorio: https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=7421 | http://www.palermotoday.it/cronaca/philippe-daverio-riconoscimento-premio-arte-pentafoglio.html | http://livesicilia.it/2014/07/03/rotary-club-palermo-sud-ecco-il-nuovo-direttivo_512143/ | http://www.comune.castronovodisicilia.pa.it/albo-pretorio/images/Determina-del-Sindaco-n.-21.pdf | https://www.comune.palermo.it/js/server/uploads/_01122016111137.pdf | https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=3007#.VSvScdysV8E | http://www.lopinionista.it/mostra-pittorica-palermo-zamenhof-lesperanto-la-lingua-per-tutti-11212.html | http://www.mercurpress.it/2018/05/morgantina-giornalisti-al-museo.html | https://www.ordinemedicipa.it/notizia.php?tid=2829 | http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/09/20/news/memorial_d_acquisto_strade_chiuse_in_centro-123275082/ | https://video.repubblica.it/edizione/palermo/a-palermo-l-orgoglio-massone/270918/271386