• Gio. Set 16th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Paolo Battaglia La Terra Borgese racconta il gusto dei dipinti della pittrice Diana Paun che per la prima volta espone in Italia a Sassuolo

DiChiara Fiume

Nov 30, 2017

Di eudemonismo, quella filosofia che considera come naturale degli uomini la felicità e conferisce alla esistenza umana il dovere di raggiungerla, è gioiosamente intrisa l’anima artistica di Diana Paun. Di insegnamento socratico; di ideali aristotelici che guardano alla felicità quale perfezione individuale; e, anche, della dottrina di Epicuro, e, volendo, di morale cristiana, quando questa fa della beatitudine il premio per la virtù. Con la ricerca della natura e dell’autenticità, nel recupero dei valori etici, della libertà di pensiero e di espressione, il Rinascimento e l’Illuminismo, provarono a fare della voglia umana di felicità, il basamento della norma morale. È Kant che sminuisce l’eudemonismo come azione morale quando questa non debba ricorrere al dovere. È Diana Paun che spoglia la felicità della individualità e la veste con tutti e tutto: non esiste una felicità personale, ma esiste quella di tutti, collettiva, che irradia facendo di tutti uno. Una unica vita – vissuta insieme da mondo animale, umano, vegetale, minerale – che è felice quando sono amati tutti, nel rispetto della natura. Questa mostra – continua Paolo Battaglia La Terra Borgese – ospitata dalla Galleria d’Arte ModernaJacopo Cavedoni” a Sassuolo, nel modenese della regione italiana dell’Emilia-Romagna, brilla di  energia di storia balcanica; si tratta di una efficacia insignita dagli strumenti di Diana Paun nello stendere e volere colori rumeni a beneficio della investigazione ideologica personale, e si notano sovrapposizioni e influenze romaniche, bizantini, slavi, cristiani, e si respira pure il tepore della tipica casa di campagna russa, antico patrimonio dei Daci, in memoria delle tradizioni e di affetti antichi perduti. Sotto accusa sono principalmente l’ignoranza e la bestialità umana. Paun eccelle nella rappresentazione della figura antropica e animale, e si caratterizza per essere una eroina animalista della contemporaneità. In tutte le sue raffigurazioni, con opere di fortissimo impatto, trovano volto protagonisti che hanno un che di bestiale e di urlante, di profondamente tragico. Nelle sue tele il volto umano (ottimamente costruito), ed anche quello animale, perdono la loro forma naturale per diventare orrore e lanciare un appello alla non violenza, una richiesta di aiuto resa ancora più potente dall’uso del colore che, sovrapposto da una pennellata dopo l’altra, aumenta lo spessore dell’immagine fino a deformare la fisionomia. Figure tese, squadrate e allucinate, e non è la fantasia che suscita l’orrore bensì la realtà denunciata dall’Artista sapientemente. Una pittura erudita e precisa che istruisce il soggetto e il fruitore con il vigore delle immagini.

Vernice sabato 2 Dicembre alle 16, fino al 13.

 

(Visited 19 times, 1 visits today)

Chiara Fiume

Paolo Battaglia La Terra Borgese (Piazza Armerina, 28 luglio 1960) è un critico d'arte, saggista e politico italiano. È il più giovane di due figli del funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Battaglia La Terra Borgese (1937-2003) e di Giuseppa Ligotti (1942). Il suo nome all’anagrafe è Paolo Waldimiro Gromiko Palmiro. A conclusione di un percorso di studi magistrale, nel 1984 si è laureato in Scenografia con il massimo dei voti e la lode. Coniugato due volte, ha due figli, di cui uno avuto da una terza donna. In una intervista condotta da Andrea Giostra per Fattitaliani.it, Battaglia La Terra Borgese ha dichiarato che il critico d’arte, come il mediatore culturale, è un delegato bilingue che media tra condividenti monolingue ad una chiacchierata di due collettività filologiche differenti. Sino al 1999 ha affiancato aziende di nicchia per l’arte e l’editoria artistica per bibliofili. Dal 2000 in poi i suoi lavori sono concentrati nella redazione di testi per terze parti. A queste cede anche i diritti di legge. Nel 2011 ha fondato il Premio Arte Pentafoglio, onorificenza atta ad insignire annualmente artisti, letterati e comuni cittadini che hanno orientato il loro pensiero e la loro azione verso il bene umanitario. Tra le figure più autorevoli insignite dell’onorificenza spicca quella di Philippe Daverio. Nel 2012, sigla una convenzione (protocollo 50905/2012) con l’Università degli Studi di Palermo, divenendo Tutor nei tirocini per laureati e laureandi. Nel 2013 l’Accademia di Sicilia lo nomina, insieme alle massime Autorità siciliane, tra i membri del Comitato d’Onore permanente del Premio Nazionale Liolà, importante riconoscimento del quale sono stati insigniti illustri personaggi come l’attrice Debora Caprioglio e Damiano Damiani, regista de La Piovra, miniserie RAI. Nel 2013 è eletto Consigliere Provinciale Acli Terra, l’associazione professionale delle ACLI la cui iniziativa favorisce l’integrazione e interscambio fra culture e tradizioni sui territori, nella fedeltà a valori e radici comuni. Si dimette dopo un anno. Nel 2014 conia il termine “partecipativa”, intendendo riqualificare e reinterpretare il ruolo dell’Artista nelle mostre collettive. Per il 2014 / 2015 è nominato Prefetto del Rotary Club Palermo Sud. Dal 2015 al 2018 ha prestato consulenza artistica al Comune di Castronovo di Sicilia, dove ha curato la nascita del Museo Civico di Arte Contemporanea di Palazzo Giandalia. Ha operato a fianco dell’Ambasciata di Polonia in Italia, dell’Ambasciata della Repubblica d’Armenia, dell’Ambasciata d’Austria, di Organismi Internazionali tra i quali UNESCO, Scuole Pubbliche, Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Medici, Ha curato annulli filatelici con Poste Italiane, ha insignito docenti dell’Università di Berna. Nel 2016 è insignito quale Cavaliere onorario del Supremo Ordine dell’Antico e Rigenerato Rito Templare – Supremo Gran Consiglio del 9° Grado Cathedrale, quale uomo di cultura. Nel 2017 ha fondato a Milano il partito Italia Attiva con altre persone. Il partito di area assolutamente liberale si propone anzitutto treno del libero pensiero per i comparti produttivi del Paese con particolare attenzione al mondo delle professioni, per lo sviluppo sano della società italiana e comunitaria dell’Europa. Sue ultime opere sono: “Esseri”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 9788896950913; “In viaggio con Dante”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 97888961807253. Repertorio: https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=7421 | http://www.palermotoday.it/cronaca/philippe-daverio-riconoscimento-premio-arte-pentafoglio.html | http://livesicilia.it/2014/07/03/rotary-club-palermo-sud-ecco-il-nuovo-direttivo_512143/ | http://www.comune.castronovodisicilia.pa.it/albo-pretorio/images/Determina-del-Sindaco-n.-21.pdf | https://www.comune.palermo.it/js/server/uploads/_01122016111137.pdf | https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=3007#.VSvScdysV8E | http://www.lopinionista.it/mostra-pittorica-palermo-zamenhof-lesperanto-la-lingua-per-tutti-11212.html | http://www.mercurpress.it/2018/05/morgantina-giornalisti-al-museo.html | https://www.ordinemedicipa.it/notizia.php?tid=2829 | http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/09/20/news/memorial_d_acquisto_strade_chiuse_in_centro-123275082/ | https://video.repubblica.it/edizione/palermo/a-palermo-l-orgoglio-massone/270918/271386