• Sab. Dic 5th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Paralimpici, Europei di basket, l’Italia batte anche la Svizzera

DiPaul Polidori

Giu 23, 2017
“Come sto vivendo emotivamente questo Europeo? Da padre”. È raggiante Carlo Di Giusto: senza voce, con la pressione sanguigna a chissà quanto, come confessa lui: “I ragazzi hanno ancora bisogno della mia foga, delle mie urla. La squadra ha morso l’avversario quando ha visto che aveva qualche problema e questo mi è piaciuto molto”. Ed è andata proprio così. Gli azzurri – che delle volte vien voglia di chiamare azzurrini per l’età, 26 anni di media, soltanto la Germania ce l’ha più bassa in questa rassegna continentale di Tenerife – giocano insieme e ogni minuto giocano insieme meglio di quanto non abbiano fatto ieri e ieri l’altro. Contro la Svizzera (64-79 il risultato finale), i ragazzi di coach Di Giusto sono riusciti a tarare l’avversario, a capire i punti deboli e a sfruttarli quando serviva. “Ho tirato bene? – chiede Marco Stupenengo che ha chiuso da top scorer del match con 22 punti e il 62% dal campo – si certo, è vero. Ma ho tirato bene perché ero spesso libero. E quando si è liberi, come tanti di noi lo sono stati oggi, vuol dire che la squadra gira bene”. Sabato pomeriggio, alle 18.45, ora italiana, c’è l’Olanda: “Simile alla Svizzera, con meno tiratori” dice Di Giusto. Un passo alla volta.
LA PARTITA — Se l’Italia non è venuta a Tenerife per fare la vittima sacrificale di nessuno, anche per la Svizzera è così. Le percentuali dal campo sono alte per entrambe le compagini e sono gli elvetici i primi ad andare a canestro con il “sassarese” d’adozione Amacher. A lui, risponde Giulio Maria Papi che ha il tiro dal campo nelle dita dopo i 15 punti di giovedì sera contro la Francia. E dal primo minuto, lui che nella gara inaugurale non aveva giocato, parte anche Domenico Beltrame, subito a canestro e utile nella gestione della palla. La gara è bella da vedere, le retine svolazzano e l’Italia, dopo essere stata in vantaggio anche di sette punti all’inizio della prima frazione, si fa recuperare da una Svizzera assolutamente sul pezzo, chiudendo il primo quarto in svantaggio 18-16. Nel secondo quarto, prima dell’intervallo lungo, protagonista è sicuramente Hafeli, con il 60% al tiro e 12 punti all’attivo. Per gli azzurri, invece, in doppia ci vanno Papi e Stupenengo, mentre rientra bene il capitano Simone De Maggi dopo la sostituzione contro la Francia di giovedì. Di Giusto fa girare i suoi, sa di avere a disposizione molte combinazioni – al contrario di coach Hausamman – e a spaccare in due l’incontro è il terzo quarto con l’Italia guidata da un colossale Marco Stupenengo per il quale il canestro, oggi, sembrava davvero più grande: sono suoi i punti che danno all’Italia il vantaggio di + 15 alla fine del terzo periodo mentre la Svizzera cala, Wahab continua le sue incursioni in area e Hafeli si dimostra capace di tirare dalla distanza. Ma gli azzurri ci credono troppo e sul referto dei quelli bravi ci vanno in tanti. Il vantaggio dell’Italia nell’ultimo quarto permette di gestire la gara, di arrivare a meno di tre minuti dalla fine dell’incontro sul +10 e a chiudere senza problemi sul risultato di 64-79.
http://www.gazzetta.it/Paralimpici/23-06-2017/paralimpici-europei-basket-l-italia-batte-anche-svizzera-2001189978838.shtml
(Visited 6 times, 1 visits today)