• Mer. Dic 2nd, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Parigi show, è iniziata l’invasione delle elettriche: mai così tanti modelli esposti

DiPaul Polidori

Ott 8, 2016

Parte all’insegna dell’elettrico il Salone dell’auto di Parigi, un’offensiva che parla soprattutto tedesco e che rispetto agli altri anni si distingue per un elemento fondamentale: quasi tutti i modelli e concept presentati superano la soglia psicologica dei 400 Km di autonomia. Significa in sostanza che guidare un’auto 100% elettrica non sarà più un limite per gli spostamenti e che presto questa vettura potrà diventare l’unica auto di famiglia, da utilizzare sia quotidianamente che per i viaggi senza paura di rimanere ‘a seccò all’improvviso. A guidare la svolta sono tre costruttori tedeschi, a partire da Volkswagen che ha preso lo spunto del Salone di Parigi per annunciare la sua offensiva post- problema emissioni – ad un anno dallo scandalo, illustrando il programma «TOGETHER – Strategy 2025» basato su tre pilastri, mobilità elettrica, digitalizzazione e servizi di mobilità, sui quali si fonderà un nuovo settore di business che diventerà il 13mo Brand del Gruppo che verrà lanciato a novembre.

Lo ha annunciato lo stesso ceo Matthias Muller che ha parlato di «sviluppo e produzione, entro il 2025, di oltre 30 nuovi veicoli elettrici». A fare da apripista la Volkswagen ha presentato a Parigi, in anteprima mondiale, la concept I.D, la madre di tutte le future elettriche del brand: è in grado di percorrere sino a 600 km con una sola carica delle batterie, entro il 2020 arriverà il modello di serie ed entro il 2025 aprirà la strada al primo veicolo a guida autonoma targato Volkswagen. Con questa macchina dalla Germania puntano a far affermare la mobilità a zero emissioni su scala mondiale e a vendere un milione di auto elettriche l’anno a partire dal 2025. Ma ad insidiare l’offensiva Volkswagen c’è un’altra tedesca, la Opel (controllata dalla General Motors), che al Salone ha presentato la nuova Ampera-e con un’autonomia di oltre 500 km per pieno di elettroni ma, soprattutto, già in vendita dalla primavera del 2017. È invece ancora una concept la Generation EQ di Mercedes che ha un’autonomia di 500 Km e anticipa, con le forme di un suv coupé sportivo, la prossima generazione di vetture elettriche della Stella a Tre Punte, che saranno contraddistinte appunto dal brand EQ (Electric Intelligence).

A rappresentare la Francia arriverà sul mercato italiano ad inizio 2017 la nuova elettrica Renault Zoe con un’autonomia di ricarica di 400 Km, più che doppia rispetto a quanto previsto al lancio del 2013. Mentre nella nuova variante di modello della Bmw i3 l’autonomia è salita da 190 a 300 Km. Chi invece non ne vuol sapere dell’elettrico è Ferrari. «Non ci sarà mai una supercar elettrica Ferrari. Ibrida sì ma elettrica no», ha detto oggi al Salone il chief technology officer Michael Leiters. «Le tecnologie elettriche sono un potenziale da sfruttare, ma se altri le usano per ridurre le emissioni, la nostra strategia – ha spiegato – è come combinare i motori a combustione con la tecnologia elettrica per avere più prestazioni».

 

1995534_volkswagen_showcar_i-d

http://motori.ilmessaggero.it/speciale_parigi_2016/salone_di_parigi_2016_invasione_elettriche-1995534.html

 

(Visited 10 times, 1 visits today)