Parigi, terrorismo: biglietto nominativo sui treni europei, Ue pronta a varare nuove misure

20150829_b4a79647250250e07772bb109f3ed1ca

Alla stazione come in aeroporto, biglietti nominativi e check in dei bagagli prima di imbarcarsi: i ministri di otto Paesi europei più la Svizzera, riuniti a Parigi per discutere di sicurezza ferroviaria dopo l’attacco al Thalys Amsterdam-Parigi del 21 agosto, hanno deciso di intensificare le misure di sicurezza già esistenti e di mettere in cantiere il biglietto nominativo per i lunghi percorsi.

Ma – ha sottolineato Graziano Delrio, ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture che rappresentava l’Italia insieme con il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico – «Schengen non si tocca, perchè la libera circolazione delle persone è una scelta di civiltà».

Erano una ventina i ministri europei riuniti oggi pomeriggio a place Beauvau, sede del ministero dell’Interno francese, attorno a Bernard Cazeneuve, il titolare dell’Interno francese che aveva lanciato l’iniziativa. Nel comunicato finale hanno chiesto un rafforzamento della pattuglie miste, che già sono operanti a livello transfrontaliero, ed hanno lanciato alcuni appelli: alla Commissione europea (presenti oggi i commissari per gli Affari interni, Dimitris Avramoboulos e quella per i Trasporti, Violeta Bulc) per rafforzare le norme contro le armi da fuoco; ai servizi di informazione dei Paesi membri ad intensificare quanto possibile la loro cooperazione.

Per i rappresentanti di Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Belgio, Lussemburgo, Olanda e Svizzera, è altresì «indispensabile procedere ad operazioni di controllo simultanee e coordinate su tratte mirate», secondo quanto riassunto al termine dei lavori da Cazeneuve.

Il quale ha lasciato capire che nel corso dei lavori si è parlato anche di come intervenire su questi percorsi considerati particolarmente a rischio. Su di una di queste non ci sono evidentemente dubbi: Amsterdam-Bruxelles-Parigi, la tratta ad alta velocità dove il 21 agosto scorso, il marocchino Ayoub el Khazzani, è stato neutralizzato in un vagone del Thalys dopo aver fatto fuoco con un Kalashnikov ed aver ferito diverse persone.

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/terrorismo_treni_nuove_misure_biglietto_nominativo/notizie/1538720.shtml

(Visited 18 times, 1 visits today)