“Picchia il bengalese”: sgominata gang di italiani minorenni

detay-quotpicchia-il-bengalesequot-sgominata-gang-di-italiani-minorenni

Arrestati sei ragazzini, tutti tra i 14 e i 17 anni, che negli ultimi mesi si sono macchiati di rapine, danneggiamenti e violenze contro gli immigrati. Nell’accusa l’aggravante dell’odio e della discriminazione razziale

MESTRE (VENEZIA) – La baby gang che imperversava a Mestre è stata sgominata. La squadra mobile di Venezia ha notificato un provvedimento di custodia cautelare a carico di sei minori, tra i 14 e i 17 anni e tutti italiani, che si sono resi responsabili negli ultimi mesi di rapine, danneggiamenti e violenze. Sono accusati inoltre di reati contro il patrimonio, contro la persona e danneggiamenti, a cui si aggiunge l’aggravante d’aver commesso i fatti per finalità di odio e discriminazione razziale.

PICCHIA IL BANGLA” – Come riporta Venezia Today sono loro infatti i responsabili delle aggressioni ai bengalesi avvenute in pieno centro a Mestre. Le forze dell’ordine hanno inoltre perquisito le abitazioni di altri sette minori coinvolti nelle azioni teppistiche che sono avvenute tra piazza Ferretto e Piazzale Candiani. Sono stati numerosi gli episodi tra Mestre e Marghera passati a setaccio dalla squadra mobile lagunare coordinata dalla procura dei minori di Venezia. L’operazione di oggi inoltre segue gli arresti, avvenuti il 30 gennaio scorso, di altri 5 minori e le 9 perquisizioni di appartenenti sempre ad una baby gang al centro di fatti simili.

APPELLO ALLA CITTA’ – Solo pochi giorni fa la comunità bengalese aveva chiesto aiuto alla città. Prima che scoppiasse la rivolta infatti, Kamrul Syed, il Storie Correlate Disabile picchiato e derubato da una baby gang di 16enni1 Botte, rapine e poi i selfie su Facebook: così vive una baby gang10 “Vecchio di m…”: baby gang umilia e picchia un anziano | VIDEO1

rappresentante della comunità bengalese di Venezia, aveva lanciato un segnale, organizzando una manifestazione per dire basta ai continui attacchi.

L’AGGRESSIONE DEL 7 APRILE – La goccia che aveva fatto traboccare il vaso e che aveva indotto Syed a darsi da fare per far sì che parte dei 7mila bengalesi che gravitano sulla città (tra laguna e terraferma) iniziassero ad alzare la voce, è stata l’aggressione subita da un suo connazionale solo pochi giorni prima in Piazza Ferretto. Il 7 aprile infatti, verso le 21 un venditore di rose è stato aggredito e malmenato da alcuni ragazzini.

http://www.cottonbit.it/quotpicchia-il-bengalesequot-sgominata-gang-di-italiani-minorenni-1554.html

(Visited 9 times, 1 visits today)