Picchia la figlia di 8 mesi e minaccia di gettarla dal balcone, mamma non farà nemmeno un giorno di carcere

Ha ammesso di aver picchiato la figlia e di averla minacciata di gettarla dal balcone, ma non farà nemmeno un giorno di carcere. Lorien Norman, 26enne australiana, di Adelaide, rischiava 13 anni di carcere dopo aver picchiato la piccola Evie di appena 8 mesi con un cucchiaio da cucina, ma se la caverà con due anni di libertà condizionata, una multa da 500 dollari e un percorso di terapia in un istituto.

La piccola fu ritrovata dal padre piena di lividi sul volto dopo che i vicini hanno chiamato la polizia allertati dalle grida e dalla scena della madre che sporgeva dal balcone la bimba. I fatti risalgono allo scorso 1 ottobre, ma in questi giorni è arrivata la sentenza definitiva del tribunale sulla madre, ritenuta colpevole delle violenze.

Il magistrato non ha ritenuto necessario il carcere, come riporta anche il Daily Mail, sostenendo che la ripresa della bimba è stata molto veloce e che le ferite sono guarite in fretta. Il pediatra che visitò la bimba parlo di ecchimosi e lividi, ma non c’erano fratture o lesioni interne importanti, questo è bastato al giudice per sentenziare che a spingere la madre un gesto così eccessivo può essere stato un attacco d’ira ma non intenzionale.

 

http://www.leggo.it/esteri/news/mamma_picchia_figlia_8_mesi_carcere_7_settembre_2017-3224921.html

 

 

(Visited 5 times, 1 visits today)