Punto G, esiste o è una leggenda? Finalmente la verità. Sesso, l’ultima clamorosa scoperta degli scienziati

Ma il punto G esiste o no? E se esiste dov’è? Da anni ci si interroga sul segreto dell’orgasmo femminile, noto anche come punto Gräfenberg. Si tratterebbe di un punto molto sensibile che si trova nella parete anteriore della vagina. Bene, secondo la maggior parte degli scienziati in realtà non esiste: è un mito.

Una nuova ricerca di Durex pubblicata sul sito www.tpi.it e ripresa da Dagospiasvela che la domanda “dove è il punto G?” è tra quelle relative al sesso la più ricercata su Google dagli adulti tra i 18 e i 65 anni. Ma il punto G appunto sarebbe una leggenda visto che nessuna zona della vagina ha una maggiore concentrazione di nervi rispetto alle altre.

“Quello che sappiamo con certezza è che stimolare questa zona può portare a orgasmi profondi e piacevolissimi”, protesta Annabelle Knight, sessuologa, tra coloro che contestano il fatto che il punto G non esista: “Ci sono stati studi che mettono in discussione la sua esistenza. Non tutte le donne hanno un punto G, ma circa il 60 per cento di loro ce l’ha”, sostiene.

Insomma, se il punto G non esiste pare che la zona di maggiore sensibilità all’interno della vagina sia la parete anteriore, quella più vicina alla pancia. Il punto G si troverebbe presumibilmente tra i 5 e gli 8 centimetri all’interno della vagina tra l’apertura della vagina e la cervice uterina, ha una superficie ruvida ed è leggermente sporgente.

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze—tech/13269139/sesso-secondo-gli-scienziati-il-punto-g-non-esiste-.html

 

(Visited 40 times, 1 visits today)