Raffica di furti tra le tombe, c’è l’ombra dei riti satanici

image

Sparite nella notte statuette di marmo al cimitero comunale di Certaldo. Il problema arriva sul tavolo della giunta, ma per ora niente telecamere

CERTALDO. Furti di statuette di marmo al cimitero comunale di Certaldo. E’ il grido di allarme dei cittadini che è stato segnalato e che è arrivato anche sul tavolo dell’amministrazione. Furti che si stanno verificando a ripetizione e che si concentrano su statue di figure religiose che, al di là del valore economico, potrebbero nascondere anche un retroscena legato all’utilizzo delle stesse in riti satanici.
La giunta guidata da Giacomo Cucini è al lavoro da mesi per cercare di risolvere le annose problematiche che interessano il cimitero comunale. Ad oggi però non è prevista l’installazione di telecamere per la videosorveglianza. Un solo cancello divide il cimitero dai malviventi che nella notte si scatenano per entrare e agire così indisturbati. Tanta amarezza e sconforto per i cittadini in un luogo dove il silenzio e il rispetto per i propri defunti è considerato inviolabile.
Eppure qualcuno da tempo ormai stacca persino le statue dalla base per trafugarle, lasciando al mattino una spiacevole sensazione di resa e sconforto, vedendo danneggiata la tomba del proprio caro. Non solo furti di statue di marmo ma anche di rame.
Negli anni passati le tettoie vennero completamente alleggerite del prezioso metallo per essere rivenduto sul mercato nero. Un metallo che fa gola ai ladri e già in passato l’amministrazione comunale dovette intervenire per risolvere il problema. Tra l’altro lo stesso cimitero comunale tornò nell’occhio del ciclone in occasione di alcune piogge particolarmente violente dove vennero spostate alcune bare in legno, invase dall’acqua, che facevano respirare cattivi odori e sui quali vi fu bagarre anche in consiglio comunale.

Oltre ai furti però la manutenzione è al centro del dibattito, come confermato dal sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini: “Siamo a conoscenza dei problemi e stiamo lavorando con i gestori per risolverli, anche perché ci sono difficoltà nella manutenzione ordinaria”. Al momento però non si parla di video sorveglianza, intervento auspicato dalla cittadinanza, perché il cimitero comunale, oltre che trovarsi in una posizione isolata.

http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2015/08/22/news/raffica-di-furti-tra-le-tombe-c-e-l-ombra-dei-riti-satanici-1.11965782

(Visited 11 times, 1 visits today)