Renzi ricorda Nemtsov poi vede Putin: «In Libia decisivo ruolo della Russia»

Vladimir Putin, Matteo Renzi

Il premier Matteo Renzi è a Mosca dove ha incontrato oggi il presidente Vladimir Putin. Il presidente del Consiglio ha reso omaggio stamani a Boris Nemtson, il leader dell’oposizione al Cremlino ucciso la settimana scorsa in circostanze misteriose, lasciando sul luogo dell’assassinio cinque garofani e una coccarda tricolore.

«Il ruolo della Russia, per la sua storia e il suo ruolo nel consiglio di sicurezza, può essere decisivo» nell’affrontare la crisi libica e la minaccia terroristica, ha detto Renzi nelle dichiarazioni finali dopo l’incontro con Putin al Cremlino. «Occorre una risposta incisiva internazionale», ha aggiunto riferendosi alla Libia.

Renzi spera quindi «molto nell’aiuto che il presidente russo Putin e la federazione russa possono dare nel Consiglio di sicurezza perché il ruolo della Russia nella questione libica, anche alla luce dei legami storici tra Russia ed Egitto, può essere molto importante». Il dossier libico, ha detto Renzi all’agenzia russa Tass, è «prioritario».

«Noi abbiamo una grande priorità che è la battaglia contro chi vuole distruggere i valori su cui sono fondate le nostre comunità: oggi la minaccia del terrorismo e del fanatismo religioso è una minaccia particolarmente grave», ha aggiunto il premier.

«Abbiamo discusso di crisi in Iraq e Iran», è «fondamentale in questa partita che la Russia giochi un ruolo decisivo», ha detto continuato Renzi.

Il premier ha quindi sottolineato l’intensa collaborazione economico-commerciale tra Italia e Russia, «pur nel contesto di difficoltà legato alle sanzioni occidentali e alle contro sanzioni russe, che rappresentano un problema in entrambe le direzioni». Anche Putin ha posto l’accento sui buoni rapporti economici, nonostante il recente calo dell’interscambio,e tra gli esempi di proficua cooperazione ha citato il settore aerospaziale con il superjet-100 tra Alenia e Sukhoi, la jv per gli elicotteri Agusta Westland, i sistemi satellitari,quello nucleare con il progetto per il termoreattore nucleare, quello industriale con Rosneft e Pirelli.

Il presidente russo sarà all’Expo di Milano il 10 giugno, nella giornata della Russia all’esposizione universale, ha poi annunciato il premier, riferendo alla comunità italiana incontrata in ambasciata che il Cremlino ha confermato che Putin ha accettato il suo invito.

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/russia_renzi_mosca_nemtsov_putin/notizie/1219807.shtml

(Visited 6 times, 1 visits today)