• Lun. Nov 30th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Ricordi il romeno che ha preso a martellate una ragazza in treno? Il giudice lo ha graziato: “non è tentato omicidio”…

DiPaul Polidori

Mar 26, 2016

Le ha spaccato la testa, per rubarle 15 euro e un cellulare. L’ha fatto con un martello di quelli usati sui treni per rompere i vetri in caso di pericolo. Il rumeno irregolare e pregiudicato, invece, lo ha usato per fracassare il cranio ad una ragazza di 22 anni. Ma per il pm Bruna Albertini non è tentato omicidio.

Il rumeno di 32 anni, infatti, rimarrà in carcere con la sola accusa di lesioni gravi e rapina. Il magistrato che conduce le indagini, infatti, ha richiesto la conferma del fermo solo per i reati di lesioni gravi e rapina. Come se fracassare la testa ad una ragazza inerme non sia un tentativo di ucciderla. E se le ferite riportate al cranio l’avessero tramortita a morte?
L’aggressione era avvenuta alcuni giorni fa in un treno nei dintorni di Milano. La ragazza, nonostante la frattura alla calotta cranica, era riuscita a fornire l’identikit dell’assalitore. L’udienza di conferma del fermo si è tenuta due giorni fa nel carcere di San Vittore a Milano. Il gip di Milano, Maria Vicidomini ha confermato l’arresto. Ma quel rumeno se la caverà, al massimo, con una condanna per rapina. Non per tentato omicidio.

b-13-620x264

http://coscienzaitaliana.it/ricordi-il-romeno-che-ha-preso-a-martellate-una-ragazza-in-treno-il-giudice-lo-ha-graziato-non-e-tentato-omicidio/

(Visited 93 times, 1 visits today)