Roma, madre tenta di uccidere la figlia di tre anni ricoverata al Bambino Gesù

Orrore a Roma. Tenta di uccidere la figlia di tre anni versandole del benzodiazepine (uno psicofarmaco) nel biberon. Per questo una madre 29enne, M.A., è stata arrestata dai carabinieri della Capitale.

I fatti si sono verificati all’ospedale Bambino Gesù dove la piccola si trovava ricoverata. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna avrebbe agito con lo scopo di attirare l’attenzione del marito, con cui la relazione sarebbe stata in crisi. Si sospetta che la donna avesse già provato a fare del male anche a una seconda figlia di un anno.

I carabinieri l’hanno arrestata su richiesta della pm Eleonora Fini e su disposizione del gip Ezio Damizia. La coppia, originaria di Napoli ma residente a Roma, ha altri due figli: la bambina di un anno e una di pochi mesi.

La piccola ricoverata al Bambino Gesù è fuori pericolo. Si è salvata solo grazie al tempestivo intervento del personale sanitario. Lo fa sapere, in una nota, l’ospedale. «La piccola era ricoverata per approfondimenti diagnostici – spiega in una nota – in seguito a una condizione clinica apparentemente molto complessa. Durante il suo ricovero si sono manifestati 2 arresti cardiocircolatori. Le condizioni cliniche hanno indotto i sanitari a verificare la presenza di sostanze tossiche nelle urine. La presenza nelle urine di sostanze psicotrope ha obbligato i medici a segnalare il caso alle autorità giudiziaria».

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/roma_madre_biberon_bambino_gesu_psicofarmaci-2191418.html

(Visited 4 times, 1 visits today)