Roma, spara al gatto del figlio con un fucile ad aria compressa, il bimbo difende l’animale e viene picchiato

«Ha graffiato il mio cane». Questa la motivazione che, a dire di un 50enne romano, lo avrebbe spinto ad imbracciare

un’arma soft-air ed a sparare diversi pallini al gatto del figlio, che, intervenuto in difesa dell’animale, è stato a sua volta schiaffeggiato e colpito con una sedia. Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Romanina e del Reparto Volanti, intervenuti a seguito della segnalazione di una lite in famiglia fatta dalla moglie dell’uomo, dopo aver ascoltato il racconto dei familiari, si sono accorti che nel giardino, in bella mostra, c’erano tre piante di marijuana.

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/roma_spara_al_gatto_del_figlio_col_soft_air_la_polizia_interviene_e_scopre_una_piantagione_di_marijuana_a_casa-3269893.html

(Visited 18 times, 1 visits today)