• Mer. Nov 25th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Satanismo e neo paganesimo: storia deturpata a Cagliari e Pimentel

DiPasquale Stavola

Gen 4, 2016
In DIRETTA...Emanuela Petroni presenta ANIME di CARTA in TV

uid_151fe60c2a4.640.0

Le candele sono nere. Il cerchio è tondo e quasi perfetto, anch’esso realizzato da mani anonime con l’uso di numerose pietre.  Sono alcuni indizi che, uniti a una testimonianza orale, vedono le vecchie Domus de Janas di Pimentel, fra le più importanti della Sardegna, usate dai satanisti e da quanti amano ritrovarsi nelle vetuste cavità sotterranee per celebrare riti pagani. C’è chi accede in questi luoghi plurimillenari, modellati nella roccia per seppellire i morti, per interrogare ancor oggi l’aldilà. E non si tratta solo di ragazzi annoiati, o di coloro che vanno a bere alcolici per poi abbandonarvi le bottiglie.  Cavità create dagli uomini ai tempi della Cultura di Ozieri (3400-2700 a.C.), le Donus de Janas di Pimentel o “case delle fate”, sono parte integrante di un mondo tenebroso. Ad esse va il dovuto rispetto come del resto a tutti i siti monumentali celati sotto le nostre città, seppure ospitino persone credulone e superstiziose. Altre volte, immedesimi siti, hanno accolto quanti amano sdraiarsi su una kermesse di luoghi d’antica memoria sparsi per la Sardegna, per assurgere non meglio precisate energie.  Cagliari ad esempio, con oltre mille ipogei, ha ricevuto negli ultimi anni le incursioni degli “adoratori del male” che hanno deturpato e continuano a deturpare le sue caverne. Più volte la stampa ha dato notizia di certi avvenimenti bizzarri ed anche di animali sacrificati in onore di culti alternativi, che colpiscono molte sensibilità.

http://www.castedduonline.it/cagliari/centro-storico/30745/satanismo-e-neo-paganesimo-storia-deturpata-a-cagliari-e-pimentel.html

(Visited 9 times, 1 visits today)