SCIENZIATI RUSSI VOGLIONO RICOSTRUIRE LA TORRE DI TESLA

fe8c45b16463ffc3b792cec1ad12d0c868115f4e

 

Dell’energia senza fili, gratuita ed inesauribile scoperta e sperimentata da Nikola Tesla nei primi decenni del Novecento abbiamo scritto e pubblicato molto su questo sito (vedil’articolo sull’energia delle piramidi) e soprattutto su Nexus, sin dal primo (quasi esaurito) numero della nostra rivista, quando il volto ufficiale della Free Energy sembrava ancora (purtroppo) uno sconosciuto, anche a chi si occupa di energia. Apprendere questa notizia, segnalata originariamente da Russia Today, e potervela comunicare ci rende fieri, felici e contenti, nella speranza che il progetto dei due scienziati russi di cui leggerete si possa realizzare, dato l’enorme impatto che ciò avrebbe per il benessere e la prosperità reali di tutto il Pianeta!

Energia senza fili: chi vuole finanziare la Torre di Tesla?

Il visionario inventore Nikola Tesla è ormai avvolto nel mito del genio incompreso, ma le sue idee di un sistema di comunicazione wireless mondiale e di  una tecnologia wireless di energia hanno anticipato le scoperte di questi anni e non hanno mai ottenuto l’attenzione ed i finanziamenti che avrebbero meritato durante la difficile vita dello scienziato. Ora, oltre un secolo dopo, due ricercatori, Leonid e Sergey Plekhanov, entrambi laureati all’Istituto di fisica e teconologia di Mosca (Mipt),  stanno ripercorrendo i passi di Tesla e, come scrive  Derek Markham su Treehugger, «Progettano di costruire un prototipo della sua Wardenclyffe tower  utilizzando materiali moderni ed elettronica avanzata.

82c0b50beb43b5fd821d63afbc569120795c81c2

Il progetto Planetary Energy Transmitter punta a raccogliere donazioni per 800.000 dollari in donazioni per costruire un prototipo della torre di Torre di Tesla per continuare la ricerca dell’ ingegnere elettrico, inventore e fisico serbo naturalizzato statunitense  sulla trasmissione wireless s di energia, con lo scopo dichiarato di «Dimostrare la fattibilità e l’efficienza della tecnologia» e con la convinzione che il prototipo potrebbe dare il via ad una serie di torri di Tesla e di ricevitori wireless  che potrebbero «Consentire la trasmissione di grandi quantità di energia via terra su ogni tipo di distanze, immediatamente, in modo sicuro e senza perdite».

I Plekhanov sono convinti che Tesla fosse nel giusto e sono pronti a dimostrarlo: «Nikola Tesla ci ha lasciato una descrizione molto dettagliata della progettazione del suo Magnifying Transmitter system  e dei suoi principi fisici di funzionamento. Siamo un gruppo di fisici moderni, formati in molte aree relative all’operatività del suo Worldwide Energy System. Abbiamo condotto una expertise scientifica approfondita delle sue opere e siamo giunti alla conclusione che Tesla fosse  sulla strada giusta», cioè il  Planetary Energy Transmitter.

Markham fa notare che «A prima vista, cercare di raccogliere quasi un milione di dollari in donazioni per continuare la ricerca e lo sviluppo di una tecnologia vecchia di un secolo potrebbe sembrare un po’ambizioso, ma considerando che uno sforzo di crowdfunding per i soldi solo per un museo per Tesla (che potrebbe essere una gran bella cosa, ma che non produrrà alcun nuovo posto di lavoro) ha finito per ottenere  1,3 milioni di dollari, non sembra così lontano fuori portata».

http://www.nexusedizioni.it/it/CT/scienziati-russi-vogliono-ricostruire-la-torre-di-tesla-4524

(Visited 15 times, 1 visits today)