Scuola, ormai improbabile ripresa prima 18 maggio. In classe a settembre. Ecco come saranno gli esami

E’ sempre più difficile che le scuole possano essere riaperte entro il 18 maggio. Le dichiarazioni di Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della sanità, fanno calare drasticamente le possibilità di una ripresa delle lezioni. Locatelli lo ha detto nel corso della trasmissione Che tempo che fa, condotta da Fabio Fazio e andata in onda su Rai2 la sera della domenica di Pasqua, il 12 aprile. “Personalmente – ha detto Locatelli – penso che si possa fare una riflessione per posporre la riapertura delle scuole al prossimo anno”. Ha poi precisato che ovviamente la decisione “spetta la governo“. E’ ovvio però che il suo è un parere considerato molto autorevole e che sino ad ora l’Esecutivo guidato da Giuseppe Conte ha sempre ribadito di voler tenere in forte considerazione l’opinione degli esperti prima di qualsiasi decisione. Se le scuole non verranno riaperte entro il 18 maggio, la valutazione finale degli studenti avverrà per via telematica. L’esame di Stato del primo ciclo di istruzione (scuola media) sarà sostituito dalla valutazione del consiglio di classe, mentre l’esame di maturità sarà sostituito da un colloqui telematico. Occorrerà raggiungere almeno il punteggio di 60/100 per ottenere il diploma. 

https://corrieredellumbria.corr.it/news/coronavirus/1569128/scuole-improbabile-difficile-riapertura-prima-18-maggio-ecco-cosa-succedera-come-saranno-esami-sui-banchi-settembre.html
(Visited 19 times, 1 visits today)