• Gio. Nov 26th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

SIGARETTE, BRUTTE NOTIZIE PER I FUMATORI. DA DOMANI CAMBIA TUTTO

DiPaul Polidori

Mag 19, 2016

Mancano poche ore ad una data ormai fatidica per tutti i fumatori, incalliti e non. Stiamo parlando del fatto che da domani, 20 maggio 2016, ci saranno in arrivo delle novità importanti per tutte le persone a cui piacciono le ‘bionde’ e, come spesso succede, non saranno positive.

A partire dalla mezzanotte di oggi l’Italia recepirà una normativa europea che regola tutte quelle che è la normativa che regolerà a livello di comunità europea le disposizioni sul tabacco, contenute nella Direttiva 2014/40/UE sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative alla lavorazione, alla presentazione e alla vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati.

ECCO I PRINCIPALI PROVVEDIMENTI: 1) Sarà vietata la vendita dei pacchetti di sigarette da 10. 2) Sui pacchetti di sigarette saranno apposte delle scritte ancora più ‘drammatiche’ di quelle di ora, che sottolineano quanto il fumo provochi il cancro. 3) In tutti i pacchetti sarà specificato che nel tabacco sarà presente l’uso di additivi che lo rendono più attrattivo o di aromi caratterizzanti.

5 MESI D’ANTICIPO – Il nostro Paese ha recepito la Direttiva con 5 mesi di anticipo con il Decreto Lgs. n. 6 del 12 gennaio 2016. Dopo la Legge 3 del 16 gennaio 2003 (art. 51) “Tutela della salute dei non fumatori”, si tratta del principale intervento normativo in materia di tabacco degli ultimi anni. Obiettivo principale della Direttiva europea e del decreto è assicurare un elevato livello di protezione della salute dissuadendo i consumatori e in particolare i giovani, dall’acquisto e dal consumo di prodotti contenenti tabacco e nicotina.

FOTO SUI PACCHETTI – Il recepimento della direttiva europea sui prodotti del tabacco prevede diverse novità, a partire dalla introduzione sulle confezioni di sigarette, tabacco da arrotolare e tabacco per pipa ad acqua delle “avvertenze combinate” relative alla salute: testo, fotografia a colori e numero del telefono verde contro il fumo (800.554.088). Le avvertenze occuperanno il 65% del fronte e del retro delle confezioni e dell’eventuale imballaggio esterno.

NO ADDITIVI – E’ vietato d’ora in poi usare additivi che rendono più “attrattivo” e “più nocivo” il prodotto del tabacco (come caffeina, vitamine, coloranti delle emissioni, nonché additivi che facilitino l’inalazione o l’assorbimento di nicotina e che abbiano proprietà cancerogene, mutageniche o tossiche).

STOP AI PACCHETTI DA 10 – Sono stati aboliti dei pacchetti da 10 sigarette e delle confezioni di tabacco da arrotolare contenenti meno di 30 grammi di tabacco.

PUBBLICITA’ – Poi è fatto divieto di utilizzare nell’etichettatura elementi promozionali e fuorvianti, come riferimenti a benefici per la salute o per lo stile di vita, ad un gusto o un odore, come anche di apporre sulle etichette informazioni relative al contenuto di catrame, nicotina o monossido di carbonio, ritenute ingannevoli per il consumatore che, nel confronto tra più prodotti, tende a preferire quello con minori quantità di tali sostanze, ritenendolo meno nocivo.

AROMI – Stop all’uso di “aromi caratterizzanti” nelle sigarette e nel tabacco da arrotolare. Per “aromi caratterizzanti” si intendono: odori o gusti chiaramente distinguibili, dovuti a un additivo o a una combinazione di additivi, come: frutta, spezie, erbe, etc. E’ fatto anche divieto di vendita a distanza transfrontaliera (on line) ai consumatori di prodotti del tabacco, sigarette elettroniche e contenitori di liquido di ricarica con presenza di nicotina.

PER CHI “SVAPA” – Vengono introdotte numerose misure relative alle sigarette elettroniche con nicotina come il divieto di vendita ai minori di 18 anni di sigarette elettroniche e di liquido di ricarica con presenza di nicotina, già precedentemente disposto da un’ordinanza del Ministro della salute; l’introduzione di requisiti di sicurezza per le sigarette elettroniche e i contenitori di liquido di ricarica contenenti nicotina, a prova di bambino e di manomissione, corredati da un “foglietto illustrativo”, contenente istruzioni d’uso, controindicazioni, informazioni su eventuali effetti nocivi.

MINORI – L’Italia ha voluto, inoltre, introdurre alcune disposizioni fortemente sostenute dal Ministero della salute, in quanto coerenti con l’obiettivo di assicurare la maggior protezione possibile per i minori, anche favorendo la denormalizzazione del fumo e l’accettabilità sociale di tale comportamento. Queste misure, applicate già da gennaio, all’emanazione del Decreto Legislativo prevedono il divieto di vendita ai minori dei prodotti dei prodotti del tabacco di nuova generazione, il divieto di fumo in autoveicoli in presenza di minori e donne in gravidanza, il divieto di fumo nelle pertinenze esterne degli ospedali e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pediatrici, nonché nelle pertinenze esterne dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia. E ancora l’inasprimento delle sanzioni per la vendita e somministrazione di prodotti del tabacco, sigarette elettroniche e prodotti di nuova generazione ai minori, la verifica dei distributori automatici, possibilmente al momento dell’istallazione e comunque periodicamente, al fine di controllare il corretto funzionamento dei sistemi automatici di rilevamento dell’età dell’acquirente.

large_articlepreview

http://inews24.it/articles/chock-22289

(Visited 96 times, 1 visits today)