Statali, il governo apre sul turn over nel 2016 possibili più assunzioni

WCENTER 0SPLADMKKN                Foto Roberto Monaldo / LaPresse 03-11-2015 Roma (Italia) Politica Conferenza "Semplifichiamo per crescere" organizzata da Rete Imprese Italia Nella foto Marianna Madia (min. Funz. Pubblica)  Photo Roberto Monaldo / LaPresse 03-11-2015 Rome (Italy) Conference "Semplifichiamo per crescere" organized by Rete Imprese Italia In the photo Marianna Madia

Non saranno i 70 milioni di emendamenti generati dall’algoritmo ideato dal leghista Roberto Calderoli quando voleva fermare la riforma del Senato, ma le 3.500 richieste di modifica piovute a Palazzo Madama rischiano di rallentare l’iter della manovra. Così le due relatrici del provvedimento, la Dem Magda Zanoni e Lorenza Chiavaroli (Ap), hanno subito suonato il campanello d’allarme. La prima ha chiesto «ragionevolezza» alle forze di opposizione. La seconda, invece, ha invitato i colleghi a trovare una sintesi sugli emendamenti, altrimenti c’è il rischio che il governo poi possa prendere in mano la situazione e decidere da solo come modificare il testo. Ma più che al numero, già si guarda ai contenuti delle proposte. E soprattutto alle aperture che Palazzo Chigi e Tesoro potranno fare sulle richieste dei parlamentari. Tra i temi al centro della discussione con il governo c’è anche quello degli statali. Un punto, per ora, sembra immodificabile: i 300 milioni di euro messi sul piatto dal governo per il rinnovo del contratto, non saranno aumentati. Un’apertura, invece, ci sarebbe su un altro punto delicato, il blocco parziale del turn over dei dipendenti. Nella legge di Stabilità è stata inserita una norma con la quale il ricambio viene limitato per il prossimo anno al 25% della spesa per gli stipendi liberata l’anno precedente dai dipendenti andati in pensione.

http://economia.ilmessaggero.it/economia_e_finanza/statali_assunzioni_governo_turn_over/1667402.shtml

(Visited 4 times, 1 visits today)