• Mar. Dic 1st, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Strage di San Bernardino, arriva la rivendicazione dell’Isis

DiPaul Polidori

Dic 4, 2015

L’Fbi conferma: «È un atto di terrorismo». La Cnn aveva rivelato che Tashfeen Malik, insieme al compagno Syed ha ucciso 14 persone in California, aveva giurato su Facebook fedeltà al «califfo» al-Baghdadi.

WASHINGTON – Arriva la rivendicazione dell’Isis per la strage di San Bernardino. Un comunicato ufficiale trasmesso da Aamaq, di propaganda dello Stato Islamico,  si legge che «due sostenitori dell’Isis» sono gli autori della strage. Un attacco che, «è arrivato dopo la dichiarazione che gli Usa non erano a rischio di attentati terroristici» e dopo «i sanguinosi attacchi a Parigi e Tunisi». Anche l’Fbi conferma: «É un atto di terrorismo». A spiegarlo David Bowdich, vice direttore del bureau di Los Angeles. «Basandoci sulle informazioni e sui fatti, stiamo indagando sui terribili eventi come un atto di terrorismo», ha detto Bowdich «Le prove raccolte indicano che la sparatoria è stata pianificata». Già venerdì la Cnn, citando fonti investigative, aveva svelato che Tashfeen Malik, la giovane pakistana che assieme al marito Syed Farook ha ucciso 14 persone a San Bernardino, in California, aveva postato un messaggio un pro Isis il giorno dell’attacco. Un testo, apparso su Facebook, dove usando uno pseudonimo, dichiarava la sua fedeltà al Califfo.

Tracce digitali ripulite

In queste ore l’Fbi è al lavoro per recuperare informazioni sui contatti avuti da Syed Farouk e dalla sua compagna negli ultimi mesi. Compito difficile, l’uomo ha rimosso la memoria dal computer, ripulito le tracce digitali ed ha distrutto due telefonini, che sono stati schiacciati e gettati in un cesto della spazzatura. Giovedì erano emerse indicazioni su contatti tra il terrorista e alcuni estremisti all’estero. Legami non molti chiari: si parlava di un personaggio vicino agli Shebab somali e di un qaedista di al Nusra. Fonti del Governo americano hanno fatto sapere che nella perquisizione della casa dei killer non sono state trovate tracce che li colleghino a organizzazioni terroristiche. L’Fbi ha fatto sapere che i killer erano entrati in contatto con «asospetti che sono sotto indagine, anche se al momento non vi sono ulteriori indagati».

L’anima oscura della donna

Gli inquirenti sono oconcentrati sulla figura della moglie. Un collega di Syed ha sostenuto che l’uomo è cambiato dopo il matrimonio con Tashfeen: «Come se avesse sposato una terrorista». L’Fbi cerca di scoprire se siano stati influenzati e assistiti da elementi con maggiore esperienza, con contatti online. Altro fronte è la preparazione militare della coppia, capace di costruire un dozzina di bombe per poi lanciarsi in un raid letale. Si vuole comprendere se i due si siano radicalizzati in modo autonomo o sotto la guida di un “consigliere spirituale”. Lo Stato Islamico, ma anche al Qaeda, hanno usato il web per suggerire attacchi nelle città occidentali, appelli non sostenuti da vincoli operativi ma ideologici.

2015-12-04T010136Z_2016587540_GF20000084552_RTRMADP_3_CALIFORNIA-SHOOTING-059-U43030410509211JBF-U431301067768688rbH-593x443@Corriere-Web-Nazionale

http://www.corriere.it/esteri/15_dicembre_04/strage-san-bernardino-spunta-connessione-isis-80da37f8-9a9d-11e5-99f9-ca90c88b87df.shtml?refresh_ce-cp

 

(Visited 6 times, 1 visits today)