Strage Istanbul, il presunto killer ha un nome: Iakhe Mashrapov, è del Kirghizistan

È stato identificato come il 28enne Iakhe Mashrapov, con passaporto del Kirghizistan, il presunto killer di Capodanno a Istanbul. Lo riferisce la tv di stato turca Trt. Cade dunque la pista cinese iptizzata ieri. Il passaporto del presunto killer risulta rilasciato dalla repubblica ex sovietica dell’Asia centrale il 21 ottobre scorso, un mese prima del suo arrivo in Turchia. Intanto la moglie del presunto autore della strage che ha fatto 39 morti è stata arrestata. Lo riferisce dalla Turchia la corrispondente di ITV britannica Sally Lockwood, che cita fonti della polizia.

La donna, riferisce il quotidiano Haberturk, è stata fermata nella provincia anatolica conservatrice di Konya, dove il killer sarebbe giunto anche con i due figli a fine novembre dal Kirghizistan. Le fonti citate dal giornale sostengono che l’uomo sia un membro della minoranza turcofona e musulmana degli uiguri, originaria dalla regione cinese dello Xinjiang. «Ho saputo dell’attacco dalla tv. Non sapevo che mio marito fosse un simpatizzante di Daesh» (Isis), avrebbe detto alla polizia turca la moglie del presunto killer.

Intanto ieri l’Isis ha rivendicato la strage del nightclub Reina a Istanbul che ha provocato 39 morti: in un comunicato diffuso per la prima volta anche in turco, ha definito l’attentatore “un soldato eroico” e la Turchia “serva della Croce” per gli attacchi in Siria.

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/istanbul_arrestata_moglie_presunto_attentatore-2173560.html

(Visited 10 times, 1 visits today)