• Lun. Nov 30th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Templare – Cavalieri Templari

DiPasquale Stavola

Set 8, 2015

Cavaliere_templare

Per Templare si intende appartenente all’ordine religioso-cavalleresco del Tempio.

L’origine dei Cavalieri Templari viene fatta risalire agli anni 1118-1120, subito dopo la prima crociata del 1096, per aiutare il nuovo Regno di Gerusalemme a resistere contro gli sconfitti musulmani e per assicurare la protezione dei numerosi pellegrini europei che visitavano Gerusalemme dopo la sua conquista.

Quando la maggior parte dei cavalieri fece ritorno in Europa, dopo la prima crociata (1096), il primo ordine a nascere fu l’Ordine dei canonici del Santo Sepolcro, fondato nel 1099 da Goffredo di Buglione. Successivamente vennero a costituirsi l’Ordine di San Giovanni dell’Ospedale, l’Ordine dei Teutonici o di Santa Maria di Gerusalemme e l’ordine dei Cavalieri Templari (Ordine del Tempio tra 1118 e il 1120). La nascita dell’Ordine dei Templari si deve a Ugo di Payns, originario nella regione francese dello Champagne,decise di consacrare la propria vita alla difesa dei pellegrini, insieme al suo compagno d’armi Goffredo di Saint-Omer e di un gruppo di cavalieri, fondano il nucleo originario dell’Ordine dei cavalieri Templare, dandosi il compito di assicurare l’incolumità dei numerosi pellegrini europei che continuavano a visitare Gerusalemme.

Sono figure di spicco della nobiltà quelli che iniziano il loro servizio fra il 1118 e il 1119 con il nome di “Milizia dei Poveri soldati di Cristo”, pronunciando il loro voto nelle mani del patriarca di Gerusalemme. Pochi anni dopo il re di Gerusalemme, Baldovino II (m. 1131), lascerà loro la sua residenza presso il Tempio di Salomone, e da allora verranno chiamati Cavalieri Templari. San Bernardo di Chiaravalle (1090-1153), monaco cistercense,  la personalità più importante della prima parte del XII secolo, dà ai Templari una Regola definitiva come racconta Dante nel Purgatorio. Il riconoscimento ufficiale ci fu con Papa Onorio II (1124-1130), il 13 gennaio 1128 nelConcilio di Troyes  in Francia, un concilio presieduto dal legato pontificio Matteo d’Albano (1085-1134), che approva la regola redatta da San Bernardo: i Cavalieri Templari si configurano come un ordine religioso della Chiesa cattolica, composto monaci combattenti — che costituiscono il nerbo dell’Ordine e che sono distinti dal mantello bianco con la croce rossa — da sacerdoti per l’assistenza spirituale e da sergenti con compiti logistici e di supporto.  L’ordine fu ufficializzato il 29 Marzo 1139 con la bolla pontificia Omne datum optimum. Papa Innocenzo II (1130-1143) promulga la bolla Omne datum optimum, che dà ai Cavalieri Templari una serie di privilegi, fra cui l’esenzione dalla giurisdizione episcopale e dal pagamento delle decime. La rispondenza dell’Ordine a un’esigenza di vitale importanza per la Cristianità, sia d’Occidente che d’Oriente, favorisce un notevole afflusso di donazioni e di cavalieri.

L’iniziale presenta dei cavalieri Templari in Terra Santa corrisponde al momento d’espansione del Regno di Gerusalemme e alla relativa sua prosperità, intrattenendo rapporti con le varie comunità locali e con tutto il mondo circostante, compartecipi del dibattito di idee che aveva corso tra Cristiani, Ebrei ed Islamici.

I Templari, cresciuti in potenza politica (erano confluiti nell’ordine personalità da tutta Europa), economica (avevano dato vita ad una rete di banche e commerci per proteggere i pellegrini dai predoni) e religiosa, rafforzate dal fatto che i cavalieri Templari erano alle dirette dipendenze del Papa e non soggetti a nessuna limitazione canonica, non condividevano lo strapotere del re di Francia Filippo IV il Bello sul papato, divengono oggetto di grande preoccupazione per il re di Francia che saranno loro fatali. L’ordine dei cavalieri Templari fu definitivamente dissolto tra il 1307 e il 1314. Il 13 ottobre 1307, tutti i templari di Francia vengono arrestati per ordine di re Filippo IV il Bello Capetingio (1268-1314). L’accusa, contenuta in un libello redatto dal cancelliere del regno Guglielmo di Nogaret (1260 ca.-1313), parla di pratiche idolatriche. Il re di Francia s’affretta a impadronirsi di tutti i beni del Tempio. In seguito, nel timore della nascita di un movimento in difesa dell’Ordine, il re chiede una condanna pontificia dell’Ordine, ma Papa Clemente V (1305-1314) in ostaggio del re di Francia nella città provenzale di Avignone, dove si era trasferito da Roma, in una condizione di grave debolezza politica, si limita a decretarne lo scioglimento dell’ordine senza proclamarlo eretico con la bolla Vox in excelso, del 22 marzo 1312, e a devolverne i beni, con la bolla Ad providam.

L’ordine dei cavalieri templari, non è stato solo un ordine religioso e militare, bensì un’istituzione sociale e culturale, antesignani di una civile coesistenza tra i popoli e le religioni nel nome del Cristo, schiacciato dal tramonto dell’ideale convivenza tra i popoli  e dall’affermarsi della monarchia assoluta, primo modello di Stato moderno. In epoche successive forze ostili al cattolicesimo, dalla massoneria esoterica ai movimenti rivoluzionari, fecero di quei frati guerrieri, per nulla eretici ma dediti alle opere di bene, un simbolo della loro ribellione al potere monarchico e clericale.

L’esperienza dei Poveri soldati di Cristo (Cavalieri Templari), propone un significativo modello di vita nella civiltà cristiana e di polizia sovranazionale, legato in modo indissolubile a valori condivisi dalla comunità internazionale; la sua storia spirituale, proiettatasi sino ai giorni nostri, lo conferma da un punto di vista di impegno sociale.

I simboli dell’ordine dei cavalieri Templari sono:  croce_templare

– La Croce Templare, croce rossa in campo bianco, nel corso degli anni ne sono state adottate di diversi tipi e forme, dalla croce greca a quella cosiddetta croce patente (o croix pattèe), ovvero la croce a bracci uguali che si allargano nella parte esterna.

sigillo_Templars

– Il sigillo dei templari, un cavallo cavalcato da due cavalieri che stava ad indicare la povertà iniziale dei cavalieri e il dualismo universale delle cose, a cui si rifà il loro ideale, cioè la convivenza pacifica in Terra Santa della cultura Cristiana e di quella Islamica.Sigillo dei templari, inoltre, aveva un altro significato, a livello più profondo: simboleggiava la duplicità insita sia nella natura dell’Ordine, monastico e guerriero, sia in quella dell’uomo, divina a umana.

http://avalonceltic.com/templare_cavalieri_templari.htm

 

(Visited 81 times, 1 visits today)