Terremoto Ischia. Crolli a Casamicciola. Morta donna colpita da calcinacci. Si cercano 7 dispersi

Una donna anziana è morta a Casamicciola dopo essere stata colpita da calcinacci caduti dalla chiea di Santa Maria del Suffragio: si tratta della prima vittima accertata del terremoto che ha colpito Ischia. I soccorritori cercano di recuperare sette persone rimaste sepolte per il crollo di un’abitazione sempre a Casamicciola. Il primo bilancio parla di 25 feriti di cui uno grave. Sul posto stanno operando carabinieri, polizia e vigili del Fuoco, oltre che unità di soccorso medicoIngv: il sisma è stato registrato alle 20.57 a una profondità di 10 km 

el terremoto che ha colpito l’isola di Ischia stasera si registra almeno una vittima, una donna, a Casamicciola. Lo si apprende dai carabinieri di Ischia  e dal vicesindaco della località Giuseppe Silvitelli. Casamicciola è una delle zone più colpite dell’isola dal sisma di magnitudo 3.6. Il corpo della vittima non è ancora stato estratto ma è stato individuato sotto le macerie dove c’è stato il crollo di case e di una chiesa in piazza Maio. A casamicciola si cercano 7 dispersi sotto le macerie I soccorritori a Ischia cercano di recuperare sette persone rimaste sepolte per il crollo di un’abitazione determinato dal sisma in una strada di Casamicciola. Secondo un primo bilancio reso noto da fonti di polizia e carabinieri vi sono 25 feriti. Il vicesindaco di Casamicciola: “Siamo preoccupati, la scossa è stata fortissima” “In Piazza Maio a Casamicciola (Ischia) ci sono case che hanno subito grossi crolli. Al momento non sappiamo di feriti. Ma speriamo non ci sia nessuno sotto le case che hanno avuto crolli ingenti. Siamo molto preoccupati. La scossa qui è stata avvertita fortissima”. Così al telefono con LaPresse Giuseppe Silvitelli, vicesindaco di Casamacciola, comune dell’isola di Ischia dove si è registrata una scossa sismica 3.6. Il vicesindaco aggiunge: “Mi hanno riferito che ci sono lesioni anche nel palazzo del Comune di Casamiccola”. 

Evacuato l’ospedale Rizzoli E’ stato evacuato l’ospedale Rizzoli a seguito della scossa di terremoto 3.6 di stasera. A quanto si apprende dai carabinieri di Ischia, in base ai primi accertamenti, ci sarebbero danni e anche dei feriti, in particolare a Casamicciola, ma anche in altre zone dell’isola del napoletano.  Scattato il piano d’emergenza sanitario È scattato il piano di emergenza sanitario per i soccorsi alla popolazione di Ischia: già disposta unità di crisi del Cardarelli per eventuali necessità di trasporto in eliambulanza. Parte dell’ospedale di Ischia è stato invece evacuato per verifiche strutturali. Sui luoghi interessati dai crolli sono al lavoro squadre di volontari della protezione civile regionale. Decine e decine di telefonate di richieste da tutta l’isola stanno giungendo al distaccamento dei vigili del fuoco di Ischia che hanno inviato la squadra di soccorso a Casamicciola per una situazione di criticità che è stata segnalata dopo la scossa di terremoto di magnitudo 3.6 alle 20:57. Da fonti della Regione si apprende che le squadre dei pompieri impegnate sul fronte degli incendi sono state dirottate in alcune aree dell’isola per accertare eventuali danni a persone o cose.  La gente dalle case si è riversata in strada per la paura. E gente è uscita anche dagli hotel, come in un albergo di San Francesco a Forio, dove gli ospiti sono stati fatti scendere in cortile e dove si è registrata qualche lesione all’immobile. Sempre a Forio è stato registrato un black-out di alcuni minuti in concomitanza con la scossa, che testimoni dicono di avere avvertito “forte”. “Abbiamo sentito la scossa fortissima. Tutta la famiglia è scesa in strada. Sappiamo di crolli anche a Serrara Fontana”, è la testimonianza di una villeggiante della zona che soggiorna in una casa vicino al cimitero di Casamicciola. Alcuni danni anche a Lacco Ameno A Lacco Ameno, nell’isola d’Ischia, la scossa si è sentita forte. Gli abitanti di via Borbonica, una zona alta del comune, appena avvertita la scossa sono scappati dalle case. Racconta Tommaso Monti, un giovane fotografo: “Ho visto crollare qualche tetto, ringhiere, muri di contenimento. Una rudere vicino alla nostra casa si è sbriciolato all’istante. Alcune stanze di una villa sono crollate. In giro si sentono  solo sirene di ambulanze e quelle dei pompieri. Siamo tutti fuori dalle case con grande paura” L’Ingv: “Stiamo facendo le necessarie verifiche per definire la localizzazione in maniera accurata” La ricercatrice dell’Ingv del dipartimento Osservatorio vesuviano, Francesca Bianco, spiega all’Agi che la scossa è stata fortemente avvertita nell’isola ma è avvenuta in mare. “Stiamo facendo le necessarie verifiche per definire la localizzazione in maniera accurata”. Il presidente del Consiglio Gentiloni è in contatto con la Protezione Civile Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è in contatto continuo con la Protezione Civile e con le istituzioni territoriali campane per seguire gli sviluppi conseguenti al sisma che ha colpito Ischia. Lo si apprende da fonti di palazzo Chigi Una testimone al Tgr Campania: “Si è sentito un boato fortissimo ed è andata via la luce”

 

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Terremoto-a-Ischia-Crolli-a-Casamicciola-Terme-ci-sarebbero-feriti-e-alcuni-dispersi-7dfa8f32-0928-4162-9440-ea174d3ffc4b.html

 

 

(Visited 10 times, 1 visits today)