Tre violente scosse di terremoto hanno colpito  oggi l’Italia centrale. Il primo sisma, di magnitudo 5.3, è stato avvertito alle 10.25 in particolare in Abruzzo, nel Lazio e nelle Marche. Il secondo, dimagnitudo ricalcolata a 5.4, alle 11.14. Alle 11.26 un nuovo evento di 5.3. Tre grossi eventi in un’ora e mezzo, inframezzati da scosse minori: uno sciame ancora in corso.

L’EPICENTRO E LA SEQUENZA – Secondo le rilevazioni Ingvl’epicentro del primo evento è collocato a tre chilometri da Montereale, in provincia dell’Aquila, tra Amatrice (Rieti), Capitignano eCampotosto (L’Aquila), a una profondità di 9 chilometri. Una seconda, ancora più violenta, è stata segnalata intorno alle 11.14, sempre nella zona dell’Aquila, e una terza alle 11.26: è una vera e propria sequenza sismica di notevole intensità. E tremano anche RomaFirenze e la Romagna.

Terremoto oggi in Centro Italia, la scossa in diretta

Il terremoto di oggi torna a colpire le zone già martoriate dagli eventi sismici di agosto e ottobre e si somma all’emergenza neve e maltempo che sta investendo il Centro Italia.

PRIGIONE DI NEVE – A L’Aquila la gente si è riversata in strada tra il gelo e la neve che continua a nevicare incessantemente. Ma aMontereale, paese dell’epicentro, e in altre frazioni dell’Aquilano, proprio la neve impedisce alle persone di uscire dalle proprie abitazioni per mettersi in salvo.

NUOVI CROLLI AD AMATRICE – E si rinnova la paura nel Reatino: evacuazioni sono scattate nelle scuole della provincia, mentre ad Amatrice, già ridotta a un cumulo di macerie, si registrano nuovi crolli nella zona rossa. E’ ceduto definitivamente il campanile della Chiesa di S.Agostino, diventato simbolo della resistenza del paese. E anche Ascoli ripiomba nell’incubo: l’epicentro del sisma di oggi è a 28 chilometri a sud ovest della città: la terra ha tremato fino alla costa adriatica, a San Benedetto del Tronto. Scuole evacuate in molti comuni delle Marche.

ROMA, EVACUATA LA METRO – Anche a Roma la scossa è stata avvertita nettamente, in particolari ai piani alti, tanto che sono diverse le segnalazioni e richieste di informazioni giunte al numero unico di emergenza 112. E a scopo precauzionale è stata evacuata la metropolitana. Impiegati fuori dagli uffici e studenti fuori dalle scuole: è la situazione nella Capitale. Scene simili anche in Umbria.

CURCIO: ATTENDIAMO SEGNALAZIONI – “Sono già attivate tutte le procedure di emergenza e le strutture operative con cui stiamo lavorando ininterrottamente dal 24 agosto”, fa sapere il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Al momento non si segnalano persone ferite o danni particolari ma “attendiamo notizie dai sindaci per capire cosa ha comportato questa nuova scossa”.