• Ven. Nov 27th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

TIZIANA, LA DENUNCIA PRIMA DELLA TRAGEDIA: “GOGNA MEDIATICA, MI SPINGONO AL SUICIDO”

DiPaul Polidori

Set 17, 2016

Questa gogna mediatica alla quale, ora per ora, sono sottoposta mi sta avvicinando al suicidio». Così Tiziana, la ragazza di 31 anni che si è uccisaa nei giorni scorsi nel Napoletano dopo la diffusione di video hard che la riguardavano, scriveva – secondo quanto riferisce la Repubblica – in una querela presentata in Procura a Napoli nel 2015. «Quello che sta accadendo assume i connotati di una totale devastazione nei confronti della mia persona, che già di per sè ha profili di psicolabilità».

iziana aggiunge: «è vero che sono stata una sprovveduta a fare giochetti stupidi con persone a me sconosciute, ma è anche vero che quanto sta adesso accadendo – riferendosi sempre ai video hard – mi avvicina in maniera veloce a istinti di suicidio. Questa gogna provoca danni incalcolabili in me, pregiudica in maniera assoluta e irreparabile il mio futuro di ragazza di 30 anni».

Resta il mistero – come riferisce la Repubblica – sul perchè la donna, sentita quattro mesi dopo la presentazione della denuncia, abbia ritrattato le accuse. Della vicenda si occupano anche Il Corriere della Sera ed Il Mattino. I carabinieri hanno sequestrato pc, tablet e telefonino dell’ex fidanzato. Per il momento quattro persone sono indagate per diffamazione nei confronti di Tiziana. Si tratta di coloro ai quali la giovane diede i video e che furono da lei querelati. I quattro furono iscritti lo scorso anno nel registro degli indagati dal procuratore aggiunto di Napoli Fausto Zuccarelli e dal pm Alessandro Milita. Il procedimento della procura di Napoli per diffamazione prosegue parallelamente a quello aperto dalla procura di Napoli Nord che indaga per una presunta istigazione al suicidio.

1970893_tiziana_10

http://www.leggo.it/news/italia/tiziana_cantone_suicida_video_hard-1970893.html

 

(Visited 8 times, 1 visits today)