Torino, tensione al G7: uova e cassonetti rovesciati. Scontri tra polizia e manifestanti

Scontri tra forze dell’ordine e corteo anti-G7 a Torino. I dimostranti hanno tentato di svoltare da corso Vittorio Emanuele verso via Carlo Alberto, in direzione di piazza Carlina, dove si trova l’albergo delle delegazioni che partecipano al G7. La polizia in assetto antisommossa ha risposto con una carica di alleggerimento. Due manifestanti, di cui un torinese minorenne, sono stati fermati. Contro il summit a Venaria anche alcuni no Tav.

Gli studenti, che questa mattina hanno manifestato per le vie della città contro il G7, hanno occupato l’università Palazzo Nuovo di Torino. La facoltà – hanno annunciato – diventerà la base per le prossime iniziative di protesta. I dimostranti hanno srotolato anche lo striscione «Palazzo Nuovo occupato. Torino ResetG7». 

La notte scorsa il primo dei cortei di protesta contro il G7 organizzati a Torino  ha sfilato per il quartiere San Salvario e sul lungo Po dei Murazzi, per poi raggiungere zona Vanchiglia. Durante il percorso, i dimostranti hanno deviato in via San Massimo per tentare di raggiungere piazza Carlina, dove soggiornano le delegazioni internazionali che partecipano al summit. Dopo una lunga trattativa con la polizia, che ha schierato il reparto mobile in assetto antisommossa, sono tornati indietro.

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/g7_protesta_torino-3269663.html

(Visited 22 times, 1 visits today)