• Sab. Dic 5th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Ue, piovono sanzioni sull’Italia: ne sono già scattate 4 e altre sono in vista

DiPaul Polidori

Gen 8, 2016

Bruxelles ha comminato 4 sanzioni all’Italia per violazione degli obblighi di appartenenza alla Ue ma in vista ce ne sono altre – Ecco perché la Legge di Stabilità, attualmente all’esame del Parlamento, introduce modifiche in tema di rivalsa e di esercizio dei poteri sostitutivi allo scopo di rafforzare l’efficacia deterrente.

Italia a rischio di nuove sanzioni per violazione degli obblighi dell’appartenenza all’Unione europea. Non è un caso che nella legge di stabilità per il 2016 siano previsti modifiche in tema di rivalsa e di esercizio dei poteri sostitutivi da parte dello Stato centrale nei confronti dei responsabili delle violazioni.

L’Italia ha subito 4 condanne (per i rifiuti della Campania , le agevolazioni, le assunzioni tramite i contratti di formazione lavoro, gli aiuti ad alcune imprese di Venezia e Chioggia) sulla sua testa pendono altre sentenze della Corte di Giustizia che hanno accertato l’inadempimento da parte dell’Italia degli obblighi derivanti dall’appartenenza alla Ue.

La mancata adozione delle misure di esecuzione potrebbe comportare nuove decisioni di condanna al pagamento di onerose sanzioni pecuniarie. Vengono contestati i mancati recuperi di finanziamenti a favore della navigazione in Sardegna e degli alberghi sardi, considerati aiuti di Stato non compatibili con il mercato comune. Per gli stessi motivi vengono sanzionati i mancati recuperi di soldi alla imprese dei Comuni colpiti da eventi calamitosi nel 2002.

Altre 2 sentenze condannano l’Italia per non aver garantito l’indipendenza del gestore nella determinazione dei diritti di accesso e ripartizione dell’infrastruttura ferroviaria e per il mancato recupero di aiuti relativi ad agevolazioni fiscali e prestiti agevolati a favore di imprese di servizi pubblici a prevalente capitale pubblico.

A seguito di queste sentenze, la Commissione europea ha inviato all’Italia altrettante lettere di messa in mora e potrebbe riscattare sanzioni pecuniarie. Non è un caso se la legge di stabilità attualmente all’esame di Montecitorio introduce modifiche in tema di rivalsa e di esercizio dei poteri sostitutivi allo scopo di rafforzare l’efficacia deterrente.

47926-medium

http://www.firstonline.info/a/2015/12/07/ue-piovono-sanzioni-sullitalia-ne-sono-gia-scattat/d2b9a65e-54b0-4193-8ad4-ef03a522a381

 

(Visited 2 times, 1 visits today)