Una spada, poi “Allah Akbar”. Anche a Londra era terrorismo